Lunedì 21 Gennaio 2019 | 18:39

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 

Sanità, licenziamento illegittimo Regione risarcisca «Lady Asl»

Sanità, licenziamento illegittimo Regione risarcisca «Lady Asl»
 BARI – Licenziare Lea Cosentino fu un atto illegittimo. La Regione Puglia dovrà risarcire l’ex direttore generale della Asl di Bari per averla licenziata nel 2009, pagandole danni patrimoniali e d’immagine per oltre 300mila euro. La decisione della Regione fu presa all’indomani delle notizie relativa alle indagini della Procura di Bari sulla gestione della sanità in Puglia che coinvolgevano, tra gli altri, Lea Cosentino, e ancora oggi pendenti in diversi processi penali.

Il Tribunale di Bari, sezione lavoro, ha accolto il ricorso presentato dall’ex dg, riconoscendo la "violazione delle regole di correttezza e buona fede contrattuale nel procedimento finalizzato alla declaratoria di decadenza di Lea Cosentino dall’incarico di direttore generale della Asl di Bari".

Il giudice Assunta Napoliello ha quindi condannato la Regione Puglia al pagamento di circa 292mila euro per il danno patrimoniale dovuto alle mancate retribuzioni dal giorno del licenziamento, (sospesa dall’incarico il 1 luglio 2009 fu licenziata il 22 settembre 2009), alla scadenza naturale del contratto, 19 maggio 2011, oltre ad un ulteriore 5 per cento del totale per il "danno all’immagine e alla professionalità", più gli interessi maturati fino ad oggi dal marzo 2011, data del deposito del ricorso. Le motivazioni della sentenza si conosceranno entro 60 giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400