Lunedì 20 Maggio 2019 | 18:49

NEWS DALLA SEZIONE

Elezioni in vista
Comunali a Bari, Sasso: Lega toglierà il silenziatore a Di Rella

Comunali a Bari, Sasso: «Salvini toglierà il silenziatore a Di Rella»

 
Lotta alla mafia
Bari, clan Diomede-Mercante e Capriati: al via il processo per 90 affiliati

Bari, clan Diomede-Mercante e Capriati: al via il processo per 90 affiliati

 
L'iniziativa
Giovinazzo, riparano una panchina rotta e il sindaco li elogia: «Orgoglioso di voi»

Giovinazzo, riparano una panchina rotta e il sindaco li elogia: «Orgoglioso di voi»

 
L'intervista
Minniti: la sinistra nelle periferie coniughi sicurezza e integrazione

Minniti: la sinistra nelle periferie coniughi sicurezza e integrazione

 
La mobilitazione il 21 maggio
Bari, corteo contro Salvini: «Vieni vestito da Zorro»

Bari, al corteo contro Matteo Salvini: «Vieni vestito da Zorro»
Comparso il primo striscione

 
Lotta alla droga
Putignano, arrestati due pusher di 58 e 17 anni: il minore tenta la fuga e viene investito

Putignano, arrestati due pusher di 58 e 17 anni: il minore tenta la fuga e viene investito

 
L'inchiesta
Elezioni a Bari, «Il Municipio 4 è in crisi sia il primo della lista»

Elezioni a Bari, «Il Municipio 4 è in crisi sia il primo della lista»

 
Nel barese
Rutigliano: sequestrati 350mila euro di beni a società ortofutticola

Rutigliano: sequestrati 350mila euro di beni a società ortofrutticola

 
L'allarme
Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

 
L'iniziativa
Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresca dei Maschi

Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresa dei Maschi

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
BariElezioni in vista
Comunali a Bari, Sasso: Lega toglierà il silenziatore a Di Rella

Comunali a Bari, Sasso: «Salvini toglierà il silenziatore a Di Rella»

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
TarantoIl caso
Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

Posteggiatori abusivi in centro a Bari Decaro «chiami» Marino

Posteggiatori abusivi in centro a Bari Decaro «chiami» Marino
NICOLA PEPE
Il sindaco Antonio Decaro ha scelto il pugno duro della legalità e sta tirando dritto su fornacelle, occupazioni abusive varie, rifiuti e su tanti episodi di micro illegalità diffusa o malcostume che danneggiano l’immagine la città.

Tutto questo, però, rischia di essere vanificato dalle dichiarazioni del comandante della Polizia locale che, intervistato a margine di un nostro servizio sui parcheggiatori abusivi, ha detto che contro questa gente non si può far nulla. Forse ha ragione o forse no, di certo le sue parole ingenerano sconforto in quei cittadini - e sono tanti - che chiedono una città più vivibile, in cui non vengano «assaliti» persino quando parcheggiano la loro auto dinanzi alla Prefettura e al Comune, due luoghi simbolo delle istituzioni.

Non vogliamo sostituirci a chi le norme le mastica quotidianamente, ma ci permettiamo di segnalare quanto sta facendo il Comune di Roma contro «tavolino selvaggio» in centro. Il primo municipio, d’intesa con la Polizia locale di Roma Capitale, ha deciso di mettere mano al codice penale per trovare un deterrente. In che modo? Appellando all’art. 633 che così recita: «Chiunque invade arbitrariamente terreno o edifici altrui... al fine di occuparli o di trarne altrimenti profitto» è punito con la reclusione fino a due anni o con la multa da 103 a 1032 euro». Insomma, per il Comune capitolino, la strada dove i turisti siedono ai tavolini, è un «terreno pubblico» e quindi non è necessario aspettare la resistenza o l’estorsione per ricorrere alla «leva» dell’azione penale. Che è certamente più efficace di una multa che nessuno pagherà, come dice il nostro capo dei Vigili.

Ma le multe si possono collezionare, le condanne no perché poi si finisce dritti dietro le sbarre. Vent’anni fa, proprio questo vecchio articolo del codice penale mise in moto una maxi-inchiesta che spianò la strada alle strisce blu e ai grattini, debellando la piaga degli abusivi. In definitiva: se Marino «chiama» Decaro, perché Decaro non «ascolta» Marino?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400