Martedì 22 Gennaio 2019 | 03:32

NEWS DALLA SEZIONE

Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 

Boss ucciso a Bari, indagini su informativa trovata in cella

Boss ucciso a Bari, indagini su informativa trovata in cella
BARI – Un’informativa dei carabinieri di Bari del 2009 in cui i militari scrivevano della possibilità che il boss del clan Strisciuglio Nicola Telegrafo diventasse un collaboratore di giustizia sarebbe finita nelle mani di alcuni pregiudicati baresi alcuni mesi prima dell’omicidio del boss, ucciso lo scorso 29 maggio. La circostanza è ora al vaglio della Squadra Mobile di Bari e del pm antimafia Patrizia Rautiis che indagano sul delitto.

In particolare dagli accertamenti è emerso che l’informativa, datata 2009 e contenuta negli atti di un altro procedimento nei confronti di affiliati al clan Strisciuglio, sarebbe stata recapitata ad alcuni boss detenuti.
Nell’atto i carabinieri facevano alla Procura una richiesta di colloquio investigativo spiegando che Nicola Telegrafo, all’epoca in carcere, avrebbe potuto pentirsi. Cosa che non è poi effettivamente accaduta.

Gli inquirenti stanno ora indagando per comprendere se vi sia un qualche collegamento tra l'informativa finita nelle mani di affiliati al clan e l'omicidio del boss, fino ad alcuni mesi fa reggente del gruppo criminale sul quartiere Carbonara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400