Venerdì 18 Gennaio 2019 | 14:19

NEWS DALLA SEZIONE

L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 

Bari, sequestrate 1,2 tonnellate di hascisc su un tir: un arresto

Bari, sequestrate 1,2 tonnellate di hascisc su un tir: un arresto
BARI – Un carico di 1,2 tonnellate di hascisc è stato sequestrato dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Bari a bordo di un autoarticolato con targa spagnola adibito al trasporto di colli contenenti pannelli in legno truciolato. I militari dell’Arma hanno arrestato il conducente del tir, uno spagnolo di 38 anni originario di Siviglia, sequestrando anche il veicolo. Secondo una prima stima dei finanzieri, la droga era destinata al mercato pugliese nel periodo estivo ed ha un valore all’ingrosso di 3,5 milioni di euro circa, mentre al dettaglio avrebbe fatto incassare più di 13 milioni di euro.

Il tir è stato bloccato per un controllo all’uscita del casello Bari Nord della A14. Dai documenti di trasporto è risultato che la merce era destinata ad una ditta con sede a Parma, ma per i finanzieri c'era l’anomalia che il mezzo pesante non avrebbe dovuto trovarsi in territorio pugliese. I controlli più dettagliati, eseguiti con l’ausilio di unità cinofile, hanno fatto scoprire il carico di hascisc nascosto in appositi vani ricavati tra le pile di pannelli in legno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400