Martedì 19 Febbraio 2019 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

La lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
La rabbia del sindaco
Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

 
L'evento
Franco Pepe, il miglior pizzaiolo al mondo, porta la pizza fritta dolce a Conversano

Franco Pepe, il miglior pizzaiolo al mondo, porta la pizza fritta dolce a Conversano

 
Truffa
Bari, si fingeva geometra del Comune e derubava gli anziani: arrestato

Bari, si fingeva geometra del Comune e derubava gli anziani: arrestato

 
Alla facoltà di giurisprudenza
Bari, «Sexy avances dal professore»: per la Procura il caso è chiuso

Bari, «Sexy avances dal prof»: per la Procura il caso è chiuso

 
Ambiente ferito
Bari, mattanza di tartarughe marine: decapitate per superstizione

Bari, mattanza di tartarughe marine: decapitate per superstizione

 
I retroscena
Bari, lo spacciatore di Madonnella ucciso per un affare sbagliato

Bari, lo spacciatore di Madonnella ucciso per un affare sbagliato

 
L'elezione
Bari, l'ex campione mondiale di canottaggio Verroca è il nuovo presidente

Bari, l'ex campione mondiale di canottaggio Verroca è il nuovo presidente del circolo Barion

 
L'incidente a Locri
Bari, tifoso esulta per il gol del Bari e precipita nel vuoto: è grave

Locri, tifoso barese esulta dopo il gol di Di Cesare e precipita nel vuoto: grave Vd

 
Da piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
Società
Un albo per le prostitute: la proposta veneta e le reazioni

Un albo per le prostitute: la proposta veneta e le reazioni

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Imprese, in Puglia è stagnazione Bankitalia: «Cresce la disoccupazione»

Imprese, in Puglia è stagnazione Bankitalia: «Cresce la disoccupazione»
di Enrica D’Acciò

BARI - Meno peggio del 2013, con un lieve segno più a inizio 2015. Così la relazione annuale di BankItalia sulla situazione economica della Puglia, presentata a Bari. Nel 2014: fatturato delle aziende sostanzialmente stagnante, disoccupazione in aumento, famiglie più povere. Però la situazione è migliorata rispetto all’anno precedente e, secondo gli analisti, tenderà al meglio. «Nel primo trimestre del 2015 l’occupazione è cresciuta e ci sono aspettative positive sia per le vendite che per gli investimenti», anticipa Pietro Sambati, neodirettore della sede di Bari di BankItalia.Le metafore della crisi – «Ripresina», «piccola inversione di tendenza» e finanche un «annullamento della derivata seconda»: queste le metafore degli analisti per raccontare come hanno vissuto aziende e lavoratori pugliesi lo scorso anno. L’economia non è cresciuta ma la fase recessiva procede a un ritmo più lento rispetto al 2013. Anche rispetto al resto della Nazione, la Puglia va più piano ma appena appena più veloce rispetto al Sud.

Lavoro, disoccupati di lunga durata e cervelli in fuga – Il numero degli occupati in Puglia è diminuito ancora, -1.3% rispetto all’anno precedente, portando il tasso di disoccupazione al 21,5%. Aumentano soprattutto i disoccupati di lunga durata, cioè chi è alla ricerca di nuova occupazione da oltre un anno. I laureati trovano più facilmente lavoro ma, spesso, all’estero o nel nord Italia. Nell’ultimo triennio, la probabilità che un giovane, specie se laureato, emigri è aumentata. «Andare all’estero a lavorare è una scelta razionale per il singolo, non risolutiva anzi dannosa per il territorio», commenta Vito Peragine, professore associato dell’Università di Bari. «Sul lungo periodo si dissipa capitale umano».

Mobile imbottito, turismo e le altre «specialità» pugliesi – Hanno resistito meglio le aziende più grandi (-0.2% il fatturato delle imprese con oltre 20 addetti) e le aziende che si sono aperte al mercato globale (+1.9% le esportazioni). Male, malissimo, il settore edile: -5,6%. Buone le vendite all’estero del distretto del mobile imbottito dell’Alta Murgia, a cui Banca d’Italia ha dedicato un approfondimento. Nel 2014, l’export è cresciuto (2.9%) e, nonostante la forte contrazione rispetto al passato, l’intero comparto conta ancora 8 mila addetti, quasi il 30% della forza lavoro di 11 comuni di Puglia e Basilicata. Segnali incoraggianti dal turismo, soprattutto estero. Chiaroscuro, invece, il settore agricolo: «Nel 2014 la produzione è calata ma, in totale, il settore tende a qualificare la produzione: aumentano le imprese con almeno un prodotto con marchio di qualità», così Maurizio Lozzi, (divisione analisi e ricerca sede barese BankItalia.La condizione della famiglie Meno posti di lavoro e stipendi più bassi, dunque famiglie più povere. Soffrono di più le famiglie giovani, under 35 e, fra i 35 e i 44 anni, specie se con figli a carico. Meno peggio i pensionati. Sebbene il costo della vita sia più basso che al Nord, la povertà si avverte più al Sud.Il sistema del credito Segno meno, sia per le famiglie, meno 0.4%, sia per le imprese, meno 1.3%. Preoccupa sopratutto la scarsa qualità del credito. «Con il protrarsi della fase recessiva, il rischio del credito è continuato a crescere», il commento di Vincenzo Mariani, divisione analisi e ricerca sede barese di BankItalia. La ricetta di Banca d’Italia «I dati, nel loro complesso, ci invitano ad essere prudentemente ottimisti», ha concluso Luigi Cannari, vice capo dipartimento economia e statistica della Banca d’Italia. «Bisogna però spingere sulle riforme, sull'innovazione e la ricerca, sostenere la crescita delle aziende anche con finanziamenti diversi da quelli bancari. I timidi segnali di miglioramento ci obbligano a non abbassare la guardia, se vogliamo produrre risultati sul lungo periodo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400