Sabato 16 Febbraio 2019 | 22:53

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Running heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
L'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
Con il sindaco
Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

 
A poggioreale (Na)
Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

 
Sanità
Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

 
Parla Gabrielli
Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

Prefetto Bari: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

 
Nel Barese
Bancarotta fraudolenta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

Bancarotta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Tentarono di ammazzare testimone di omicidio in due condannati a 16 anni

Tentarono di ammazzare testimone di omicidio in due condannati a 16 anni
BARI – Avrebbero tentato di uccidere il testimone di un agguato perchè non confermasse le accuse ai magistrati. Il gup del Tribunale di Bari Francesco Agnino ha condannato alla pena di 16 anni di reclusione ciascuno il 34enne Domenico Cavalieri Foschini, soprannominato «U Russ», e il 20enne Vito Colapinto, entrambi di Bitetto (Bari). I due rispondono di tentato omicidio, minaccia ed estorsione. I fatti risalgono al 2013.

Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinati dal pm Ettore Cardinali, il 13 maggio 2013 Colapinto avrebbe sparato un colpo di pistola contro due giovani di Grumo Appula (Bari), senza ferirli. Nei mesi successivi l’agguato una delle due presunte vittime avrebbe raccontato agli investigatori i fatti, accusando Colapinto e causandone l’arresto il 25 dicembre 2013. Il ragazzo, dal carcere, avrebbe allora ordinato la morte del testimone, commissionando il delitto all’amico Cavalieri Foschini e ad un’altra persona, l’albanese 30enne Sadiku Edvin (a processo con rito ordinario). I due sicari, il 28 dicembre 2013, avrebbero quindi esploso tre colpi di pistola ferendo la vittima alla gamba destra e avrebbero costretto l’altra vittima dell’agguato a pagare le spese legali di Colapinto.

Per l’episodio di maggio Colapinto è stato condannato dal Tribunale Monocratico di Bari alla pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione per i reati di tentate lesioni personali aggravate dall’uso dell’arma. Per il secondo agguato Colapinto e Cavalieri Foschini sono stati condannati con rito abbreviato a 16 anni di reclusione. Il 20enne è attualmente agli arresti domiciliari mentre il 34enne è in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400