Sabato 19 Gennaio 2019 | 21:18

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 

«Appalti a Bari» Dec, patteggiamenti a favore dei creditori

«Appalti a Bari» Dec, patteggiamenti a favore dei creditori
BARI – La proposta di patteggiamento di cinque società del gruppo Degennaro – coinvolte nel procedimento sui presunti appalti truccati al Comune di Bari per la realizzazione dei parcheggi interrati di piazza Giulio Cesare e piazza Cesare Battisti – è stata avanzata "per scongiurare il rischio" di "falcidiare grandemente le aspettative dei creditori di Dec e delle altre due società in concordato preventivo". Lo chiariscono in una nota i legali Domenico Di Terlizzi, Gaetano Castellaneta e Stefano Preziosi che assistono le cinque società. "A sei società del gruppo – spiegano i difensori – sono contestati gravi illeciti amministrativi" che "le espongono, in caso di affermazione di responsabilità, ad una condanna a sanzioni pecuniarie nell’ordine di oltre un milione di euro per ciascuna, nonchè alla confisca di beni ed attività nella misura di oltre 26 milioni di euro. Una tale eventualità – continuano - avrebbe grandemente falcidiato le aspettative dei creditori".

"Proprio per scongiurare un tale rischio – dicono i legali – si è optato per la definizione del procedimento con il patteggiamento di cinque società" ad una sanzione pecuniaria di poco più di 100mila euro per tutte le 5 società e la confisca di un profitto pari a 3,75 milioni di euro. La proposta di patteggiamento dovrà essere vagliata, ed eventualmente ratificata, dal giudice nell’udienza del prossimo 7 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400