Sabato 19 Gennaio 2019 | 19:47

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 

Molfetta, furgone in mare: la maledizione colpisce ancora

Molfetta, furgone in mare: la maledizione colpisce ancora
di Lucrezia D’Ambrosio

MOLFETTA - La maledizione della banchina ha colpito ancora. Un furgone per il trasporto del pesce, intorno alle 19.30, è finito in mare, sulla banchina San Domenico del porto di Molfetta, proprio di fronte al mercato ittico all’ingrosso. A bordo non c’era nessuno. Il conducente era impegnato, a terra. Stava scaricando il pesce. Il tutto è accaduto a poche decine di metri di distanza dal luogo dove, sabato scorso, è finita in mare un’auto. Una coincidenza diabolica.

L’altra volta, in mare, è finito pure il conducente e, solo per un caso, l’incidente non si è trasformato in tragedia. L’uomo era riuscito ad uscire dall’abitacolo e poi era stato portato a riva. Questa volta il furgone era vuoto. Anche se, fino a quando le ricognizioni subacquee non sono terminate tutti hanno trattenuto il fiato.

Il furgone si è mosso da solo. Ha camminato per alcune decine di metri e poi si è tuffato in mare rimanendo incastrato sul bordo della banchina dopo aver divelto uno dissuasore in metallo. E nessuno se la sentiva di escludere che nel tragitto avesse potuto trascinare qualcuno in mare. Sta di fatto che, nel giro di quattro giorni quella banchina ha seminato paura per due volte costringendo, su quel fazzoletto di terra, vigili del fuoco, carabinieri, capitaneria di porto, vigili urbani.

La Capitaneria di porto ha aperto un’inchiesta. Chissà se sarà sufficiente per risolvere il problema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400