Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 09:59

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
lA POLEMICA
Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 

Coppia uccisa a Pordenone salma Ragone verso Adelfia L'ira dei parenti: basta fango

PORDENONE – Un lungo applauso ha accompagnato l’uscita dei feretri di Trifone Ragone e Teresa Costanza dalla cappella dell’obitorio dell’ospedale di Pordenone, al termine di una preghiera comune per la coppia di fidanzati uccisi la scorsa settimana all’esterno del Palazzetto dello Sport. Un parente: infangati nomi nostri ragazzi
Indagini lunge e complesse
Coppia uccisa a Pordenone salma Ragone verso Adelfia L'ira dei parenti: basta fango
PORDENONE – Un lungo applauso ha accompagnato l’uscita dei feretri di Trifone Ragone e Teresa Costanza dalla cappella dell’obitorio dell’ospedale di Pordenone, al termine di una preghiera comune per la coppia di fidanzati uccisi la scorsa settimana all’esterno del Palazzetto dello Sport.

Un centinaio di persone ha partecipato alla breve cerimonia religiosa – in forma privata – svoltasi stamani, durante la quale l’officiante ha invitato i presenti a serbare delle due giovani vittime del barbaro omicidio il ricordo migliore della loro esistenza spensierata.
Grande commozione tra i genitori e i fratelli di Trifone e Teresa. I due cortei funebri sono poi partiti rispettivamente alla volta di Zelo Buon Persico (Lodi) e Adelfia (Bari), dove nei prossimi giorni si terranno le esequie.

"I nomi dei nostri ragazzi sono stati infangati, ma quando emergerà la verità su quanto accaduto si capirà che loro sono estranei a qualsiasi attività illecita o poco chiara. Si sono fatti processi mediatici senza conoscerli minimamente: erano due ragazzi sempre felici, innamorati e legatissimi. Siccome non si riesce a trovare una spiegazione plausibile per questa esecuzione, si pesca nel torbido, ma non è emerso nulla". Lo ha detto un parente di uno dei due giovani uccisi, al termine di una breve cerimonia svolta nella cappella dell’obitorio dell’ospedale di Pordenone.

Il sindaco di Adelfia, Vito Antonacci, aveva invitato ieri a calare un velo di silenzio sulla vicenda.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400