Sabato 19 Gennaio 2019 | 19:21

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 

Decaro: «Al via Car sharing saremo prima città del Sud»

BARI - Il primo isolato di via Roberto da Bari, quello che va da piazza Cesare Battisti a via Dante, diventa pedonale, da lunedì. Il progetto sperimentale della pedonalizzazione è stato approvato ieri mattina in giunta su proposta del sindaco. E sempre ieri in giunta sono state fissate le basi di una nuova cultura della mobilità con l’approvazione delle linee del bando che affiderà la gestione del car sharing
Decaro: «Al via Car sharing saremo prima città del Sud»
BARI - Il primo isolato di via Roberto da Bari, quello che va da piazza Cesare Battisti a via Dante, diventa pedonale, da lunedì. Il progetto sperimentale della pedonalizzazione è stato approvato ieri mattina in giunta su proposta del sindaco. E sempre ieri in giunta sono state fissate le basi di una nuova cultura della mobilità con l’approvazione delle linee del bando che affiderà la gestione del car sharing.

«La pedonalizzazione di via Roberto da Bari è un progetto che avevamo nel cassetto dal 2012 - ha detto il sindaco illustrando le iniziative - e sono contento che parta con il consenso della maggior parte dei residenti e dei commercianti».

Chiusura a costo zero: quattro fioriere ai due lati dalla strada, che non impediranno l’accesso ai residenti che hanno un garage o un box.

Quanto al car sharing, il bando è tarato su un modello già sperimentato in altre città italiane: «Se il nostro progetto andrà a buon fine - ha commentato Decaro - saremo la prima città del sud Italia ad avere un servizio di car sharing a “flusso libero” che prenderà il nome di “BariMo”».

«La novità - ha spiegato ancora il sindaco - è quella di poter prendere e lasciare l'auto senza il vincolo di parcheggi specifici o stalli dedicati, oltre alla possibilità di avere tramite una App sul proprio cellulare la mappatura istantanea delle auto disponibili in città».

L’applicazione dedicata permetterà quindi di individuare l’auto più vicina, richiedere il codice per l'apertura e l’accensione ed effettuare il pagamento, tutto attraverso il proprio telefonino.

«Abbiamo chiesto di prevedere nella proposta un numero di auto che va da un minimo di 30 a un massimo di 250 - ha aggiunto - fino al raggiungimento di un parco mezzi di 500 veicoli a conduzione elettrica, ibridi, gpl o metano o benzina euro5, disponibili 24 ore al giorno, e la copertura territoriale minima del servizio di 2 kmq. In più, si dovrà garantire la presenza del 90% dei mezzi indicati nella proposta almeno per dieci mesi consecutivi».

L’amministrazione, a fronte di un canone annuo di 50 euro a veicolo, si impegna a garantire la sosta gratuita in tutte le aree ZSR, il transito nella zona a traffico limitato (con esclusione della sosta nelle aree dedicate ai residenti e dell’accesso nelle aree pedonali) e la possibilità di riservare apposite aree per la sosta. Il costo del servizio sarà regolamentato dal gestore.

«Ci auguriamo - ha concluso il sindaco - che, a differenza della gara per il car sharing del 2007, che andò deserta, oggi Bari sia pronta ad accogliere il servizio, anche in favore di un cambio culturale nelle modalità di spostamento e trasporto cittadino».

Il bando sarà in pubblicazione per novanta giorni e i vincitori avranno 120 giorni dall’aggiudicazione, per far entrare in funzione il car sharing.

In chiusura Decaro ha illustrato l’adesione del Comune all’ambito territoriale ottimale per il trasporto pubblico locale, settore automobilistico, che corrisponde al territorio amministrativo della Città Metropolitana, coinvolgendo i 41 comuni aderenti. «Abbiamo intrapreso questa strada, già avviata con l’ATO rifiuti e con l’Ambito di Servizio Idrico - ha spiegato - per ottimizzare il sistema dei trasporti su scala metropolitana, favorendo una riorganizzazione dei flussi e dei percorsi coperti dalle diverse società pubbliche o private che servono i Comuni la provincia. In questo modo lavoreremo anche su un risparmio notevole dei costi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400