Giovedì 17 Gennaio 2019 | 05:47

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Bari, addio a Wiesel storico dell'Olocausto

BARI - È morto ieri a Bari Alex Wiesel, ebreo ungherese, cugino del più noto Elie (Premio Nobel per la pace nel 1986) e cittadino barese da oltre sessant’anni. Aveva 98 anni. Alex Wiesel diceva: «C’è ancora tanto antisemitismo, ma non a Bari. Non ho mai avvertito manifestazioni di questo tipo»
Bari, addio a Wiesel storico dell'Olocausto
BARI - È morto ieri a Bari Alex Wiesel, ebreo ungherese, cugino del più noto Elie (Premio Nobel per la pace nel 1986) e cittadino barese da oltre sessant’anni. Aveva 98 anni. Giunto in Puglia nel 1944 nelle file della Brigata ebraica degli Anglo-americani, conosce una ragazza che diventerà sua moglie, Maria Correale, scomparsa alla fine dello scorso agosto. Chimico- farmacista per mezzo secolo, Alex Wiesel è stato fondatore dell’Associazione Italia-Israele e componente della commissione interreligiosa in Prefettura.

Spesso ospite nelle scuole del capoluogo regionale e in altre città italiane, come testimone di una tragica storia rievocata soprattutto in occasione del Giorno della Memoria, Alex Wiesel diceva: «C’è ancora tanto antisemitismo, ma non a Bari. Non ho mai avvertito manifestazioni di questo tipo. Anzi, è nel sangue dei baresi accogliere e ospitare lo straniero, ed è per questo che sono rimasto». Wiesel è una figura storica dell’ebraismo; nato in Ungheria nel 1917, è unico della famiglia, con il cugino Elia, Premio Nobel, a salvarsi dai campi di sterminio. Si arruola, nella Palestina sotto controllo inglese, in unità combattenti, ed è tra i comandanti della Brigata Ebraica, impegnata sul fronte italiano nel 1944-45, pluridecorato. Alla fine della guerra organizza, da Bari, l’emig razione nella futura Israele di migliaia di ebrei, da tutta Europa. Sono migliaia gli ebrei che debbono la loro esistenza e la loro patria alla caparbia forza della Brigata e di uomini come Alexander Wiesel, Johanan Peltz, Ysrael Carmi, Arie Pinchuk che si sono battuti con coraggio ed orgoglio.

A Bari Wiesel dal 1946 al 1985 è stato titolare di una grande industria farmaceutica e presidente della categoria chimico-farmaceutica dell’Associazione Industriali, nonché consulente della Camera di Commercio. Con gli anni poi gli incarichi si accrescono: presidente della Camera di Commercio italo-israeliana; tesoriere dell’Associazione Industriali barese e responsabile della Commissione comunale per le licenze di commercio del Comune. Ma anche per lunghi anni è presidente dell’Associazione «Italia-Israele» di Bari e Consigliere nazionale della stessa. [r. c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400