Domenica 20 Gennaio 2019 | 21:51

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

Lezioni di impresa sostenibile nel parco dell'Alta Murgia

BARI - Imparare a fare impresa sostenibile nel parco. A partire dal 15 gennaio e fino al 24, presso l’Officina del Piano in via Valle Noè, a Ruvo di Puglia (Bari), si terranno i 'Laboratori dal Basso', dal titolo «Servizi agroecosistemici e aree naturali», incontri dedicati al confronto e all’apprendimento di buone pratiche nel Parco nazionale dell’Alta Murgia per gestire le imprese agricole e zootecniche
Lezioni di impresa sostenibile nel parco dell'Alta Murgia
BARI - Imparare a fare impresa sostenibile nel parco. A partire dal 15 gennaio e fino al 24, presso l’Officina del Piano in via Valle Noè, a Ruvo di Puglia (Bari), si terranno i 'Laboratori dal Basso', dal titolo «Servizi agroecosistemici e aree naturali», incontri dedicati al confronto e all’apprendimento di buone pratiche nel Parco nazionale dell’Alta Murgia per gestire le imprese agricole e zootecniche in maniera responsabile e sostenibile.

I laboratori, promossi da un gruppo di aziende operanti nel Parco (Az. Agr. Carone Domenico, Az. Agr. Masseria Castelli, Az. Agr. Mariantonietta Scalera) si svolgeranno tra il territorio di Ruvo di Puglia e quello di Altamura (Masseria Madonna dell’Assunta). L'iniziativa avrà inizio il 15 gennaio con l’incontro dedicato alla valorizzazione delle lane autoctone che sarà aperto dal direttore del Parco, Fabio Modesti, e si concluderà il 24 con una giornata incentrata sul turismo enogastronomico con la presenza del presidente del Parco, Cesare Veronico. 

I Laboratori sono realizzati con il contributo dell’iniziativa 'Laboratori dal Basso, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla Ue attraverso il Po Fse 2007-2013' e sono patrocinati dal Parco nazionale dell’Alta Murgia e dal Gal Terre di Murgia, con il partenariato di: 'Sinergie per il territoriò Ruvo di Puglia, Centro Studi e Didattica ambientale Terrae, Ugl Coltivatori, Cia Bari, Coldiretti Bari, Agrogreen Service Srls, Consorzio Allevatori 'Murgia Viva', Azienda Agricola Madonna dell’Assunta, Apulia Convention Bureau e Masserie Didattiche Puglia.

"Il progetto - spiega una nota - è sviluppato sulla base del dato generale: nel Parco nazionale dell’Alta Murgia, più che in altre aree, i siti di interesse naturale, culturale, paesaggistico e conservazionistico sono limitrofi o sovrapposti a siti di interesse agricolo e zootecnico e quindi economico". "In un contesto territoriale così strutturato, le aziende agricole e zootecniche - prosegue - sono necessariamente protagoniste della fornitura, oltre che di prodotti alimentari, di servizi legati alla tutela delle componenti naturalistiche e antropiche del territorio. Occorre, quindi, formare e orientare le realtà aziendali, in modo da renderle strutturalmente adatte a tale contesto".

Il laboratorio è rivolto a qualsiasi soggetto che abbia un interesse diretto o indiretto nei confronti della protezione e valorizzazione sostenibile del territorio. Pertanto, oltre ad essere chiaramente aperto a tutti gli operatori agricoli e zootecnici del territorio, è anche pensato per un pubblico ben più ampio quali operatori di altri settori economici, studenti, insegnanti, membri di associazioni, ecc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400