Domenica 19 Maggio 2019 | 18:17

NEWS DALLA SEZIONE

La manifestazione
Race for the Cure: in 18mila di corsa a Bari contro i tumori al seno

Race for the Cure: in 20mila di corsa a Bari contro i tumori al seno LE FOTO

 
L'allarme
Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

 
L'iniziativa
Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresca dei Maschi

Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresa dei Maschi

 
Libri
Per arginare il digitale? Basta la parola

Per arginare il digitale? Basta la parola

 
In pieno centro
Bari, l'Audi è da ore sullo scivolo per disabili: dove sono i vigili?

Bari, Audi parcheggiata su scivolo disabili: vigili la multano dopo due ore ma resta lì

 
Furto all'alba
Bari, spaccano vetrina gioielleria in centro e rubano monili: indaga polizia

Bari, spaccano vetrina gioielleria in centro e rubano monili: indaga polizia

 
Elezioni in vista
Comunali, la denuncia di Decaro: «Lettera e santini elettorali in una scuola»

Comunali, lettera e santini in una scuola: Decaro «caccia» una preside sua candidata

 
Violenza in famiglia
Bari, picchia la sorella: 42enne arrestato per maltrattamenti

Bari, picchia la sorella: 42enne arrestato per maltrattamenti

 
Ambiente
«Chi raccoglie più rifiuti vince»: la sfida degli studenti di Monopoli

«Chi raccoglie più rifiuti vince»: ecco la sfida ecologica degli studenti di Monopoli

 
Elezioni in vista
Bari, oggi l'incontro tra i «compagni separati»: Vendola e Zingaretti

Bari, oggi l'incontro tra i «compagni separati»: Vendola e Zingaretti

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceQuesta mattina
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro: 17enne contusa. Martedì atteso Salvini

 
BatTrasporti
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Ferrovie, il Mit annuncia: in Puglia nuovi servizi sull'Alta velocità. Ma non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Trivelle in Adriatico il fronte del «no» si raduna il 12 in Molise

BARI - Un incontro a Termoli, venerdì 12 dicembre, di tutte le istituzioni locali dell’Adriatico e dello Ionio, per la tutela condivisa dei mari dal petrolio. All’iniziativa del presidente del Consiglio regionale del Molise, aderisce «con entusiasmo e garantendo la più costruttiva partecipazione» il presidente del Consiglio regionale della Puglia. Al dibattito sono state invitate tutte le Regioni italiane adriatiche e ioniche e le venti regioni, contee e municipalità dell’Adriatico orientale, dalla costa dalmata alle isole eoliche
Trivelle in Adriatico il fronte del «no» si raduna il 12 in Molise
BARI - Un incontro a Termoli, venerdì 12 dicembre, di tutte le istituzioni locali dell’Adriatico e dello Ionio, per la tutela condivisa dei mari dal petrolio. All’iniziativa del presidente del Consiglio regionale del Molise Vincenz oNiro, aderisce «con entusiasmo e garantendo la più costruttiva partecipazione» il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna. Al dibattito sono state invitate tutte le Regioni italiane adriatiche e ioniche e le venti regioni, contee e municipalità dell’Adriatico orientale, dalla costa dalmata alle isole eoliche.

«Con i colleghi italiani parleremo degli interventi possibili per contenere l’impatto delle norme del decreto Sblocca Italia in materia energetica e con i rappresentanti delle comunità territoriali di Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania e Grecia - dice Introna - affronteremo il tema di una moratoria europea dello sfruttamento degli idrocarburi liquidi sul fondo dei nostri mari».

La riunione punta a promuovere una linea comune per proteggere l’Adriatico, con una disciplina rigorosa delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di petrolio e gas sottomarini. «Sarà un’occasione preziosa per allargare il confronto ai nostri dirimpettai della sponda balcanica, per costruire un fronte comune contro le trivelle ed opporre un “no” convinto e consapevole alle speculazione delle multinazionali e di chi crede, a torto, nella ricchezza di un petrolio di infima qualità, buono solo a minacciare le nostre spiagge e la pesca, non certo a risolvere i problemi energetici di nessun Paese».

«Il fatto che il ministero dell'ambiente abbia chiesto un supplemento di documentazione alle multinazionali che hanno fatto richiesta di effettuare ricerche petrolifere nell'Adriatico, è un segnale importante ma non deve fare allentare la presa. La Puglia - dice Peppino Longo, consigliere regionale Udc - deve mantenere sempre ben alta l'attenzione sul tema e ricacciare sempre più indietro i ‘cacciatori di oro nero». Secondo l’esponente dello scudocrociato, «a rendere ancora più nera una prospettiva a tinte già fosche c'è anche il documento redatto da 16 tra le principali associazioni italiane e regionali impegnate nella difesa dell'ambiente e della biodiversità e da alcuni noti esperti in cetofauna. Dal loro studio - spiega - si evince che l’”air gun” (la tecnica utilizzata dalle industrie petrolifere) stordisce i mammiferi marini. Può provocare il disorientamento fino alla morte per embolia di questi cetacei, considerati sentinelle della salute dell’eco-sistema marino. Ed è per questo che le attività di ricerca degli idrocarburi rappresentano un grande rischio per il nostro mare. A questo si aggiunga anche il rischio che le onde d'urto potrebbero danneggiare le formazioni rocciose delle nostre coste che già presentano ferite preoccupanti».

Infine, Longo lancia un appello «al candidato presidente Emiliano, perché metta in campo tutte le sue energie affinché il nostro mare resti un tesoro inattaccabile dai cacciatori di oro nero e che la sua tutela e valorizzazione sia tra le priorità del prossimo programma elettorale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400