Martedì 21 Maggio 2019 | 15:27

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
di cosola

Bari, 27 condanne definitive per il clan Di Cosola: 21 anni al fratello del boss

 
Sanità
Politecnico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

Policlinico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

 
L'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 
La mobilitazione
Anche l’Università di Bari partecipa al Teach Pride per la prof. sospesa a Palermo

Università Bari partecipa al Teach Pride per prof. sospesa a Palermo

 
Dopo una lite
Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

 
Alle 10.14
Nordbarese: due scosse di terremoto, sisma avvertito anche a Bari

Terremoto in Puglia, epicentro a Barletta
A Bari evacuate scuole e Procura FOTO
Trani: crolla pezzo timpano chiesa FOTO

 
Turismo
Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

 
La visita
Giornate Cei, il 23 febbraio 2020 Papa Francesco torna a Bari

Giornate Cei, il 23 febbraio 2020 Papa Francesco torna a Bari

 
Il caso
Monopoli, a 4 anni si infila moneta nel naso: operata d'urgenza, è salva

Monopoli, a 4 anni si infila moneta nel naso: operata, è salva

 
L'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

 
BariLa sentenza
di cosola

Bari, 27 condanne definitive per il clan Di Cosola: 21 anni al fratello del boss

 
Brindisinel brindisino
Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

 
LecceIn Piazza S.oronzo
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

 
MateraDai carabinieri
Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

Quel suicidio mai raccontato e tutta la nostra impotenza

di CARMELA FORMICOLA
BARI - Tonio, un disperato che vaga tra la stazione e i dormitori pubblici, ci ha chiamato per annunciare il suo suicidio: «Scrivetelo: sabato mi uccido». Non lo abbiamo scritto. Abbiamo avvertito le forze dell’ordine e abbiamo soprattutto sperato che fosse solo una provocazione. Però Tonio ha tentato davvero di uccidersi. Lo ha fatto nella notte tra venerdì e sabato, come aveva «promesso», impiccandosi in uno dei dormitori pubblici della città. Per fortuna è stato salvato, seppur in condizioni gravi
Quel suicidio mai raccontato e tutta la nostra impotenza
di Carmela Formicola

BARI - Quando il vecchio giornalista in calo di ascolti annuncia il suo suicidio in diretta, la settimana successiva, il pubblico va in visibilio e lo share schizza alle stelle. Peter Finch, «Quinto potere»: indimenticabile. Cinico, autentico, perfino profetico, forse che i media di oggi non trasudano tragedia, sangue e dolore?

A tutto questo, per una volta, abbiamo provato a sottrarci quando Tonio, un disperato che vaga tra la stazione e i dormitori pubblici, ci ha chiamato per annunciare il suo suicidio: «Scrivetelo: sabato mi uccido». Non lo abbiamo scritto. Abbiamo avvertito le forze dell’ordine e abbiamo soprattutto sperato che fosse solo una provocazione, un tentativo di richiamare l’attenzione, lui, che vuole «un lavoro da Decaro». Abbiamo anche provato a spiegargli che i sindaci non danno posti di lavoro, ma Tonio è un uomo che vive in quel margine dove leggi, regole, diritti, doveri sono una roba confusa, dove piuttosto vige l’egoismo necessario, bruciante dello sto-male-dovete-aiutarmi.

Però Tonio ha tentato davvero di uccidersi. Lo ha fatto nella notte tra venerdì e sabato, come aveva «promesso», impiccandosi in uno dei dormitori pubblici della città. Per fortuna è stato salvato, seppur in condizioni gravi. Ora è in ospedale. Poi verrà dimesso. Poi tornerà a vagare, racimolando qua e là cibo, spiccioli, un posto dove dormire, qualcuno con cui parlare.

Questa storia ci consegna sconfitta e amarezza. E anche rabbia perché è evidente che nessuno (istituzioni, media o chiunque altro) è stato in grado di mettere su un vero sistema di aiuto per le persone più fragili (eppure di soldi da destinare agli ultimi sono piovuti come piogge monsoniche sulle amministrazioni e conseguentemente sul Terzo Settore). Solidarietà: uno slogan, forse un business, comunque una parola vuota.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400