Sabato 16 Febbraio 2019 | 22:58

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Running heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
L'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
Con il sindaco
Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

 
A poggioreale (Na)
Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

 
Sanità
Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

 
Parla Gabrielli
Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

Prefetto Bari: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

 
Nel Barese
Bancarotta fraudolenta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

Bancarotta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Abusivismo a Bari comitato via Pappacena escluso da parti civili

BARI – Il Comitato di cittadinanza attiva del quartiere Poggiofranco di Bari non è stato ammesso tra le parti civili del processo per lottizzazione abusiva relativo alla costruzione dei palazzi di via Pappacena, in cui sono imputati i costruttori baresi Daniele Giulio e Giovanni Degennaro. Ammessa invece la costituzione come parti civili di una decina di residenti del quartiere
Abusivismo a Bari comitato via Pappacena escluso da parti civili
BARI – Il Comitato di cittadinanza attiva del quartiere Poggiofranco di Bari non è stato ammesso tra le parti civili del processo per lottizzazione abusiva relativo alla costruzione dei palazzi di via Pappacena, in cui sono imputati i costruttori baresi Daniele Giulio e Giovanni Degennaro. Secondo il giudice monocratico Chiara Civitano, che ha rigettato la richiesta dell’avvocato Luigi Paccione, il comitato "non è portatore di alcun interesse diffuso". Ammessa invece la costituzione come parti civili di una decina di residenti del quartiere.

Stando alle indagini del pm della Procura di Bari, Baldo Pisani, quei palazzi sarebbero stati costruiti abusivamente, in quanto realizzati in un’area inizialmente destinata dal Piano regolatore a servizi per la residenza, uffici e giardini. Nei giorni scorsi è stato archiviato un altro procedimento penale relativo alla stessa vicenda, in cui la Procura ipotizzava il reato di abuso d’ufficio dei confronti degli amministratori e dei funzionari di Comune e Regione firmatari dell’accordo di programma che aveva consentito la realizzazione dei palazzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400