Sabato 25 Maggio 2019 | 18:54

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
Verso il voto
Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

 
Verso il voto
Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

 
A San Girolamo
Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

 
Dopo il comizio
Bari, il pm: «Striscioni contro Salvini? No offese, ma critica politica»

Bari, «Striscioni contro Salvini? Non sono offese»: così il pm boccia il sequestro

 
Nel quartiere Libertà
Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

 
Nel barese
Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

 
Guerra fra clan
Mafia, donna ferita per errore: condannato a 6 anni il boss Conte

Mafia, donna ferita per errore: condannato a 6 anni il boss Conte

 
L’inchiesta
Elezioni a Bari, focus sul Municipio 5 un: porto di desideri

Elezioni a Bari, focus sul Municipio 5 un: porto di desideri

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

Ufficiale giudiziario sbaglia indirizzo: nulla una condanna

BARI - Il messo incaricato di notificare gli atti ha dichiarato al Tribunale che l’indirizzo corrispondeva ad un "sito sconosciuto" perchè avrebbe invertito il nome della città col nome della via. Errore che, però non è stato commesso quando all’uomo è stata notificata l’esecuzione della pena di sette anni per una rapina
Ufficiale giudiziario sbaglia indirizzo: nulla una condanna
BARI – E' stato arrestato il 30 agosto scorso per scontare una condanna definitiva a 7 anni e 6 mesi di reclusione per rapina aggravata senza aver però mai saputo di aver subito un processo di appello. Per questo, un pregiudicato barese è stato scarcerato dopo circa due mesi e il processo, che è stato annullato, dovrà essere rifatto.

L’ufficiale giudiziario incaricato di notificare gli atti ha dichiarato al Tribunale che l’indirizzo corrispondeva ad un "sito sconosciuto" perchè avrebbe invertito il nome della città col nome della via. Errore che, però non è stato commesso quando all’uomo è stata notificata l’esecuzione della pena. La Corte di Appello di Bari, accogliendo il ricorso del difensore, ha dichiarato nulla la sentenza di secondo grado disponendo l'immediata scarcerazione dell’imputato in attesa che venga nuovamente processato.

Protagonista della vicenda il pregiudicato barese Michele Di Fronzo, di 43 anni. Fu arrestato nel marzo 2007 per rapina aggravata e violazione della sorveglianza speciale. Era accusato di aver minacciato un uomo con l’obiettivo di sottrargli la borsa contenente effetti personali e soldi. Con il volto coperto da una calzamaglia scura e impugnando una pistola, lo avrebbe colpito e poi derubato. E’ stato detenuto per 7 mesi in carcere e per altri 4 ai domiciliari fino al novembre 2007.

In primo grado, nel dicembre 2009, è stato condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione. Del processo d’Appello (celebrato nel dicembre 2012) non ha mai saputo nulla fino alla notifica della condanna definitiva nell’agosto scorso per scontare i residui 6 anni e 7 mesi. Il difensore, l’avvocato Eustachio Claudio Solazzo, sostiene che la notifica sia stata tentata nell’indirizzo errato, e cioè a Bari in via 'Torre a Marè (che è una frazione del capoluogo) e non come avrebbe dovuto essere a Torre a Mare, in via Bari. Dichiarando nulla la sentenza e di conseguenza l'ordine di carcerazione, la Corte d’Appello ha riportando il procedimento indietro di quattro anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400