Sabato 19 Gennaio 2019 | 10:59

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 

Tangenti, condannati a Bari ex consiglieri comunali

BARI – Il Tribunale di Bari ha condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione tre ex consiglieri comunali di Bari di Fi, Felice Amodio, Giuseppe Gonnella e Gaetano Anaclerio, accusati di concorso in concussione per una vicenda risalente a 12 anni fa su presunte tangenti pagate da un imprenditore barese per l’approvazione in Consiglio comunale della correzione di un errore materiale nella stesura del Putt. A seguito dell’errore era stato escluso dalle aree edificabili un suolo di proprietà dell’imprenditore, che invece aveva i requisiti in regola
Tangenti, condannati a Bari ex consiglieri comunali
BARI – Il Tribunale di Bari ha condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione tre ex consiglieri comunali di Bari di Fi, Felice Amodio, Giuseppe Gonnella e Gaetano Anaclerio, accusati di concorso in concussione per una vicenda risalente a 12 anni fa su presunte tangenti pagate da un imprenditore barese per l’approvazione in Consiglio comunale della correzione di un errore materiale nella stesura del Putt.

A seguito dell’errore era stato escluso dalle aree edificabili un suolo di proprietà dell’imprenditore, che invece aveva i requisiti in regola. Stando alle indagini della Procura di Bari, i tre imputati avrebbero chiesto una tangente di 25mila euro versata in due trance. Fu lo stesso imprenditore, il costruttore Lorenzo De Santis titolare della Des.Co.Srl, a denunciare la vicenda ai carabinieri.

Il Tribunale ha condannato gli imputati anche al risarcimento danni nei confronti delle costituite parti civili, Des.Co.Srl e Comune di Bari, da quantificarsi in un separato giudizio civile, assegnando al costruttore (che ha quantificato il danno in 250mila euro) una provvisionale immediatamente esecutiva di 25mila euro. Pari a 500mila euro la richiesta di risarcimento avanzata dal Comune.

"Evidentemente non sono stati sufficienti 12 anni, tra indagini e attività istruttoria, per chiarire i ruoli, i personaggi e i fatti di questa complicata vicenda". Lo dichiara in una nota l’avvocato Gaetano Castellaneta, difensore di Gaetano Anaclerio. "Si dice che le sentenze non si commentano – aggiunge il legale – ma, eventualmente, si impugnano. Dalla lettura del solo dispositivo non comprendo quale valutazione sia stata effettuata per affermare la responsabilità dell’Anaclerio. Pertanto, - conclude – ci affideremo ai giudici di appello per richiedere quella che riteniamo l’unica sentenza giusta, ovvero l'assoluzione dell’Anaclerio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400