Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 12:22

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
lA POLEMICA
Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 

?Di domenica niente rifiuti divieto permanente a Bari «Avviso» ai mercati rionali  Audio

BARI - Il divieto di conferimento domenicale dei rifiuti indifferenziati proseguirà diventando permanente. Lo ha detto il sindaco di Bari Antonio Decario durante la seduta odierna del Consiglio comunale. Il primo cittadino ha poi avvisato gli operatori dei mercati rionali, che sarebbero insensibili alla raccolta differenziata. «Nonostante gli sgravi sulla Tari previsti, dai mercati non c'è una risposta adegata. Se si dovesse proseguire, non esiteremo ad aumentare le tasse» (nella foto, il sindaco Decaro con il presidente dell'Amiu Gianfranco Grandaliano e l'assessore all'ambiente Pietro Petruzzelli)
Approvata la delibera sui mercati natalizi
Due progetti del Comune premiati a Smau
?Di domenica niente rifiuti divieto permanente a Bari «Avviso» ai mercati rionali   Audio
BARI - Il divieto di conferimento domenicale dei rifiuti indifferenziati proseguirà diventando permanente. Lo ha detto il sindaco di Bari Antonio Decario in un incontro con i giornalisti. Il primo cittadino ha poi avvisato gli operatori dei mercati rionali, che sarebbero insensibili alla raccolta differenziata. «Nonostante gli sgravi sulla Tari previsti, dai mercati non c'è una risposta adegata. Se si dovesse proseguire, non esiteremo ad aumentare le tasse». È, secondo quanto detto, la nota dolente di una campagna che ha portato un aumento della raccolta differenziata del 4 per cento da giugno, dato già rilevante (si passa dal 27 al 31 per cento complessivo), ma ancor più significativo se si considera il balzo nel conferimento dell'organico (il 63 per cento dell'incremento registrato, con picchi nel periodo del divieto domenicale). 

Dati differenziata"Negli ultimi mesi i baresi - ha detto Decaro - hanno risposto positivamente al nostro input di aumentare la raccolta differenziata. Il dato registrato a metà ottobre 2014, infatti,  è pari al 31% rispetto al 27,40% registrato a giugno 2014. Gli ultimi due mesi sono stati determinanti in questo senso, grazie anche all’ordinanza emanata a settembre scorso in seguito alla chiusura della discarica di Trani che ha vietato il conferimento dei rifiuti indifferenziati la domenica".

"Come si può rilevare dai dati comunicatici dall’Amiu – ha poi sottolineato – il 63% di rifiuto differenziato è stato prodotto dalle utenze domestiche e grazie al servizio di raccolta porta a porta. Oggi noi vogliamo investire sull'impegno dei baresi e perciò abbiamo scelto di proseguire su questa strada. Bari può e deve adeguarsi al resto delle città italiane che già da tempo limitano ad alcuni giorni della settimana il conferimento dell’indifferenziato. Dobbiamo porci degli obiettivi ambiziosi, aumentare la percentuale di raccolta differenziata almeno di altri 10 punti e raggiungere il 41%".

"Questo – ha concluso decaro – ci permetterà non solo di avere maggior rispetto dell’ambiente ma anche di poter risparmiare sul costo del servizio, e quindi sulla tassazione imposta ai cittadini. Per questa ragione il divieto di conferire il rifiuto indifferenziato la domenica sarà permanente; parallelamente verificheremo la possibilità di estendere il servizio di porta a porta anche in altri quartieri della città".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400