Venerdì 18 Gennaio 2019 | 13:39

NEWS DALLA SEZIONE

L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 

Falso pecorino venduto al dettaglio

BARI – Personale del comando regionale Puglia del Corpo forestale dello Stato nel corso di controlli per la sicurezza e tutela dei prodotti agroalimentari effettuata in un’azienda di Ruvo di Puglia (Bari) che svolge l’attività di vendita all’ingrosso e al dettaglio di prodotti alimentari e altri prodotti di consumo ha sottoposto a sequestro di circa 2.000 chilogrammi di falso formaggio pecorino romano dop
Falso pecorino venduto al dettaglio
BARI – Personale del comando regionale Puglia del Corpo forestale dello Stato nel corso di controlli per la sicurezza e tutela dei prodotti agroalimentari effettuata in un’azienda di Ruvo di Puglia (Bari) che svolge l’attività di vendita all’ingrosso e al dettaglio di prodotti alimentari e altri prodotti di consumo ha sottoposto a sequestro di circa 2.000 chilogrammi di falso formaggio pecorino romano dop.

Il provvedimento si è reso necessario poichè i forestali del Nucleo Tutela Regolamenti Comunitari e della Sezione di Analisi Criminale, durante il controllo hanno verificato che in azienda era presente il formaggio con un’etichetta e sigilli falsificati, contenenti informazioni errate e contraddittorie.

Da ulteriori verifiche è stato inoltre accertato che la merce, acquistata da un’azienda di Trani (Bt), proveniva da una ditta di Milano sottoposta alla procedura fallimentare, ed era accompagnata da fatture falsificate. Denunciati alla procura della Repubblica di Trani i tre rappresentanti legali dell’azienda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400