Domenica 20 Gennaio 2019 | 05:45

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 

«Omicidio Mazzilli» Ordini di custodia per Schiavone e Serafino

BARI – I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico del 27enne Luigi Schiavone e del 30enne Francesco Serafino emesse dal Tribunale del riesame di Bari che ha accolto il ricorso proposto dalla Procura della Repubblica nell’ambito dell’omicidio di Nunzio Mazzilli, di 43 anni, ucciso il 26 giugno 2009 a Capurso (Bari) mentre si trovava nel suo circolo ricreativo (nella foto i rilievi dopo l'omicidio)
«Omicidio Mazzilli» Ordini di custodia per Schiavone e Serafino
BARI – I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico del 27enne Luigi Schiavone e del 30enne Francesco Serafino emesse dal Tribunale del riesame di Bari che ha accolto il ricorso proposto dalla Procura della Repubblica nell’ambito dell’omicidio di Nunzio Mazzilli, di 43 anni, ucciso il 26 giugno 2009 a Capurso (Bari) mentre si trovava nel suo circolo ricreativo.
Nel luglio scorso, sempre su ordine del Tribunale del riesame, erano finiti in manette il 33enne Gaetano Moschetti e il 26enne Rocco Schiavone. Per tutti l’accusa è concorso in omicidio, detenzione e porto di armi, aggravati dall’utilizzo del metodo mafioso. Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica di Bari, hanno consentito di appurare che alla base del grave fatto di sangue ci sarebbe il tentativo da parte del clan Di Cosola di attrarre nella propria orbita alcuni paesi dell’hinterland barese, a cominciare dal comune di Capurso, ai danni del clan Stramaglia. A Schiavone e Serafino il provvedimento è stato notificato in carcere dove sono rinchiusi per altri reati.

L'episodio fu particolarmente efferato, la vittima fu uccisa a colpi di pistola e finito con un colpo alla tempia. Dagli atti di indagine, risulta che a uccidere Mazzilli fu Schiavone. L’uomo fu punito per la sua presunta propensione al doppio gioco frequentando, in contemporanea, il clan Di Cosola e quello degli Stramaglia. Nell’agguato un proiettile vagante ferì alla gamba, in modo non grave, anche un avventore del locale, un romeno di 30 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400