Sabato 16 Febbraio 2019 | 16:02

NEWS DALLA SEZIONE

Running heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
L'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
Con il sindaco
Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

 
A poggioreale (Na)
Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

 
Sanità
Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

 
Parla Gabrielli
Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

Prefetto Bari: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

 
Nel Barese
Bancarotta fraudolenta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

Bancarotta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

 
Sanità
Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop ai pensionati negli ambulatori»

Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop pensionati in ambulatori»

 
Il provvedimento
Altamura, vietato sparare coriandoli dopo il «Sì»

Altamura, vietato sparare coriandoli dopo il «Sì»

 
Scoperto dai cc
Monopoli, a 18 anni spaccia droga nella movida, 8 mesi di carcere

Monopoli, a 18 anni spaccia droga nella movida, 8 mesi di carcere

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
LecceControlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
TarantoIn via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
BariRunning heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Medicina, il ministero «gela» i ricorsisti

di LUCA BARILE
BARI - Gli interessati l’hanno già rinominata la «nota blocca ricorsi». Una circolare, mandata ieri agli atenei italiani, contiene le indicazioni del ministero dell’Università sulle modalità di immatricolazione in sovrannumero degli studenti che hanno vinto al Tar del Lazio la battaglia per l’accesso ai corsi di laurea in Medicina e in Odontoiatria. Iscrizione sì, ma per la sede decide il ministero
Medicina, il ministero «gela» i ricorsisti
di LUCA BARILE

BARI - Gli interessati l’hanno già rinominata la «nota blocca ricorsi». Una circolare, mandata ieri agli atenei italiani, contiene le indicazioni del ministero dell’Università sulle modalità di immatricolazione in sovrannumero degli studenti che hanno vinto al Tar del Lazio la battaglia per l’accesso ai corsi di laurea in Medicina e in Odontoiatria.

Da Roma scrivono: «si ritiene che ciascun ricorrente possa immatricolarsi esclusivamente nella sede universitaria, indicata al momento dell’iscrizione al test (il contestatissimo concorso nazionale di aprile scorso) per cui risulti minimo lo scarto tra il punteggio del primo in graduatoria e il punteggio del ricorrente». Un modo, è evidente, per evitare le disparità di trattamento tra i tanti ricorrenti con punteggi insufficienti eppure ammessi per ordine del Tar e quelli con punteggi più alti ma comunque in posizione non utile in graduatoria, costretti a ripiegare in altri atenei in base al meccanismo della graduatoria unica nazionale.

La nota ministeriale sta agitando studenti ed atenei. I peggiori in graduatoria, quelli che hanno uno scarto tra i punteggi non minimo, dovranno iscriversi altrove, rispetto alla sede scelta per il test. E la destinazione la indicherà lo stesso ministero, attraverso una procedura telematica allestita sul sito del Cineca, il consorzio nazionale che gestisce i quiz.

Immediatamente, si è mobilitato lo studio legale Bonetti di Roma, uno di quelli che ha curato i maxi ricorsi al Tar del Lazio. Ovviamente, la disposizione riguarda i concorrenti di aprile che non si sono ancora immatricolati.

A Bari, dove tutto è nato a causa del plico scomparso la mattina del concorso, la maggior parte dei ricorrenti si sono già iscritti, in vista dell’imminente inizio delle lezioni. Lo stesso sta avvenendo in altri atenei. Il rischio, per i ritardatari, è di vedersi trasferiti in sedi parecchio lontane da quella sperata.

Oltre i ricorsi ordinari, infatti, si attende l’esito di quelli straordinari al Presidente della Repubblica. In una nota di commento alla circolare Miur, Bonetti sostiene che in questo modo si rischia di aggirare l’ordinanza del giudice amministrativo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400