Domenica 20 Gennaio 2019 | 19:53

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

Arriva il re del cachemire in pieno centro a Bari

di LIA MINTRONE
BARI - Brunello Cucinelli sbarca in via Argiro. Il re del cachemire da metà ottobre aprirà in pieno centro un negozio di 400 metri quadrati nel qule saranno in vendita le collezioni uomo, donna, bambino e gli accessori. Cucinelli, imprenditore umbro, secondo l'agenzia Bloomberg ha raggiunto lo status di miliardario il 9 maggio 2013. La Brunello Cucinelli SpA esporta i suoi prodotti di lusso in oltre 59 paesi del mondo
Arriva il re del cachemire in pieno centro a Bari
di Lia Mintrone

BARI - Un’altra prestigiosa firma sbarca a Bari. Intorno al 15 ottobre, in via Argiro 71, si inaugura il negozio monomarca di Brunello Cucinelli. Il re del cachemire colorato, l’uomo dalla visione «umanistica» dell’impresa che inneggia alla filosofia di Socrate e che ama il misticismo leggero che pervade la sua Umbria, ha deciso di venire in Puglia.

Deus ex machina dell’operazione, Antonio «Tonino» Asselta, il pirotecnico e lungimirante proprietario dell’omonimo negozio multibrand in via Argiro, una maison dell’alta moda per i palati più raffinati che conta tredici punti vendita in tutta la Puglia, l’uomo che negli anni ’70, partendo da Andria, aprì un negozio di abbigliamento a Los Angeles. «La presenza in via Argiro di un marchio così prestigioso come quello di Cucinelli, nobilita ancora di più una strada tra le più belle ed eleganti di Bari - ci confida Asselta, che di Cucinelli sarà il dirimpettaio -. Ce l’abbiamo fatta a farlo venire qui, sarà un successo».

All’interno dei locali, il cui prezzo di locazione è assolutamente top secret, procedono i lavori di ristrutturazione. Circa 400 metri quadri di spazio dove Cucinelli proporrà le linee di abbigliamento per uomo e donna oltre agli accessori. Asselta è convinto che Bari sia una piazza importante per le grandi griffe nazionali e che «questo isolato di via Argiro è diventato il più prestigioso della città».

Sul primo punto, come dargli torto se nel giro di poco tempo, a Bari, sono arrivati marchi del luxury del calibro di Armani, Prada, Gucci e Michael Kors? Sul fronte del nuovo prestigio che via Argiro rincorre rispetto alla rivale di sempre, via Sparano, bisogna dare atto a mister Asselta.

D’altronde, proprio nell’isolato successivo a quello dove sta arrivando Cucinelli, al posto dello storico negozio di pelletteria «Barbarito», sta per essere inaugurato un altro negozio, il monomarca «Jeckerson», la famosa linea di pantaloni nata per i giocatori di golf e, in poco tempo, diventata un must dell’abbigliamento total body sia maschile che femminile.

Insomma, a fronte di una crisi senza precedenti che attanaglia la città ed, in particolare, il settore del commercio, c’è un altro mondo, quelle delle grandi griffe, che non conosce arresti. Sembra un po’ di assistere alla lotta tra Davide e Golia, i piccoli soccombono, i grandi vincono.

A Bari starebbe per sbarcare un’altra prestigiosa griffe. Ma le trattative sono ancora in corso, tutto si sta svolgendo nel più assoluto riserbo. Possiamo solo anticiparvi che si tratta di una griffe italiana e che, per location, ha scelto sempre via Argiro. La nuova via della Spiga di Bari? 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400