Sabato 19 Gennaio 2019 | 11:05

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 

Anziano scomparso I parenti: «Su di lui solo silenzio e oblìo»

BARI – "Il nostro congiunto è stato trattato come un atto burocratico. Una cosa è certa, che su di lui è calato il silenzio e l’oblio": è quanto scrivono i famigliari di Antonio Loconsole, 71 anni, ex vigile del fuoco malato di Alzheimer, scomparso misteriosamente il 4 agosto di otto anni fa a Bari. "Il tempo non può cancellare – è scritto nella nota dei parenti – nè far rassegnare una famiglia!" (nella foto l'uomo)
Anziano scomparso I parenti: «Su di lui solo silenzio e oblìo»
BARI – "Il nostro congiunto è stato trattato come un atto burocratico. Una cosa è certa, che su di lui è calato il silenzio e l’oblio": è quanto scrivono i famigliari di Antonio Loconsole, 71 anni, ex vigile del fuoco malato di Alzheimer, scomparso misteriosamente il 4 agosto di otto anni fa a Bari. "Il tempo non può cancellare – è scritto nella nota dei parenti – nè far rassegnare una famiglia! Ancora attesa ed un grido di dolore deve far eco nelle coscienze di chi per inerzia o perchè il caso non fa audience vogliono dimenticare".

Critiche vengono espresse sulle ricerche sin qui eseguite. "Il nostro congiunto è stato trattato come un atto burocratico: questo appare evidente dagli atti che la famiglia ha ritirato dai vari uffici, nei mesi scorsi. Dalla Procura di Bari nemmeno una risposta alle reiterate richieste, e gli input che, nel corso degli anni, sono stati suggeriti dalla stessa famiglia alle forze dell’ordine non sono stati presi in considerazione".
Per i famigliari di Loconsole il loro congiunto è "vittima della malattia ma ancor di più dell’inerzia, della burocrazia e dell’ indifferenza". "Non ci stiamo! Siamo stati immersi di parole e promesse ma di concreto il nulla! E possiamo documentarlo! – conclude la lettera dei parenti dello scomparso – una persona non può essere solo una locandina per di più distribuita dalla famiglia. Una cosa è certa, che su di lui è calato il silenzio e l’oblio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400