Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 04:26

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
lA POLEMICA
Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 

«Bomba d'acqua» Statale 16 riaperta dopo sette ore Il sindaco Decaro con gli operai, sale sul muletto per «liberare» Lama Giotta

BARI – Allagamenti e statale 16 bloccata per sette ore a causa di un violento nubifragio che si è abbattuto nel pomeriggio nel territorio del Sud-est barese. Mola di Bari, Turi, Putignano, Noicattaro e Cellamare i comuni più colpiti. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco anche per soccorrere automobilisti in panne. La bomba d'acqua ha invaso la statale 16 e le sue complanari nel tratto compreso tra Mola e San Giorgio rendendo impossibile il transito alle auto: la situazione ha creato alcuni chilometri di coda e la Polizia stradale ha deviato le auto sulla statale 100 attraverso le provinciali per Rutigliano e Noicattaro. Circolazione regolare sulla «16» solo intorno a mezzanotte
«Bomba d'acqua» Statale 16 riaperta dopo sette ore Il sindaco Decaro con gli operai, sale sul muletto per «liberare» Lama Giotta
BARI – Un nubifragio si è abbattuto nel pomeriggio nel territorio del Sud-est barese provocando allagamenti di appartamenti e cantinole. Mola di Bari, Turi, Putignano, Noicattaro e Cellamare sono i comuni più colpiti. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco anche per soccorrere automobilisti in panne.

Il violento nubifragio ha invaso la statale 16 e le sue complanari nel tratto compreso tra Mola e San Giorgio rendendo impossibile il transito alle auto: la situazione ha creato alcuni chilometri di coda e la Polizia stradaleha deviato le auto sulla statale 100 attraverso le provinciale che portano a Rutigliano e Noicattaro. La situazione di blocco della circolazione è durata fino a mezzanotte quando è ripreso il traffico regolare sulla statale.

La 'bomba d’acquà, oltre a rendere impraticabile la statale, ha allagato le villette nelle immediate vicinanze della strada rendendo necessario l’impiego di numerose squadre dei Vigili del fuoco, del gruppo Fluviale e del personale in reperibilità.

L'evento ha causato pesanti disagi al traffico, ma senza conseguenze per le persone. Il problema principale è consistito nel rendere di nuovo praticabile la strada sommersa da un fiume di acqua, fango e foglie. Nonostante la polizia stradale abbia diramato subito notizie sul blocco della strada tramite il programma 'Viaggiare informatì attivando percorsi alternativi lungo le strade interne, lungo l’arteria, che è la principale strada usata dai vacanzieri del fine settimana per il rientro a Bari, si è formata una coda di autoveicoli di circa 7 km.

Da quando si è abbattuto il maltempo, sono state 300 le richieste di aiuto giunte alla centrale del 115: la sala operativa per controllare la situazione ha fatto alzare in volo anche un elicottero che ha sorvolato la zona compresa tra Mola di Bari e Torre a Mare. Sia dal 118 che dalla Polizia stradale gli operatori riferiscono di segnalazioni di numerosi disagi, “ma la situazione – aggiungono – è sotto controllo; non si hanno notizie di feriti o problemi relativi all’incolumità delle persone.

Anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro, si è improvvisato «operaio» ed è salito su un muletto per liberare il canale di LamaGiotta a Torre a Mare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400