Giovedì 24 Gennaio 2019 | 01:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

 
Il meeting
Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

 
Sentenze tributarie pilotate
Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

 
La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 

«Danno ambientale» Scuola medicina Bari: centro ricerca a Taranto

BARI – Creare a Taranto un Centro per la prevenzione e l’assistenza didattica e di ricerca per le patologie da danno ambientale: il progetto viene proposto, con una nota diffusa oggi, dal prof.Rosario Polizzi presidente del consiglio di Corso di laurea in medicina dell’Università di Bari e dal prof.Giuseppe Palasciano, direttore del Dipartimento di Medicina Interna e Medicina Specialistica dell’Università di Bari
«Danno ambientale» Scuola medicina Bari: centro ricerca a Taranto
BARI – Creare a Taranto un Centro per la prevenzione e l’assistenza didattica e di ricerca per le patologie da danno ambientale: il progetto viene proposto, con una nota diffusa oggi, dal prof.Rosario Polizzi presidente del consiglio di Corso di laurea in medicina dell’Università di Bari e dal prof.Giuseppe Palasciano, direttore del Dipartimento di Medicina Interna e Medicina Specialistica dell’Università di Bari.

“Siamo disponibili a creare a Taranto – affermano Polizzi e Palasciano – una struttura sanitaria che sia di riferimento per tutto il Sud e che si occupi della prevenzione e dello studio, con preciso zoom, delle patologie da cause ambientali. L'obiettivo inoltre è quello di realizzare una attività di ricerca traslazionale, la ricerca traslazionale verifica infatti la possibilità di trasformare le scoperte scientifiche che arrivano dal laboratorio in applicazioni cliniche per ridurre l'incidenza e la mortalità delle malattie oggetto della ricerca stessa”.

“Questa – aggiungono Polizzi e Palasciano – è solo una delle definizioni possibili per questo ramo della ricerca scientifica che in sostanza porta la strumentazione del laboratorio al letto del paziente”.

“Un territorio come quello tarantino – proseguono – abbisogna di una struttura altamente specializzata che ovviamente si colleghi con le realtà sanitarie già presenti ma esalti la specificità che può in breve tempo essere un punto di riferimento per tutto il Sud. Siamo convinti che ne beneficeranno sia i cittadini-pazienti sia il mondo sanitario questa volta coniugando veramente salute e lavoro”.

“A questa idea – concludono – sono già favorevoli alcuni clinici della Scuola di Medicina della Università di Bari,vi è una forte richiesta da tutto il territorio della Puglia per le note vicende ambientali esistenti e con l’intenzione di sensibilizzare ovviamente tutto il territorio ed ovviamente il mondo imprenditoriale e bancario”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400