Martedì 22 Gennaio 2019 | 10:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 

I bambini ai genitori «Lavorate con prudenza»

I figli di alcuni operai della FAS Spa, azienda produttrice di pannolini per bambini e assorbenti per signora, lanciano un’originalissima iniziativa per sensibilizzare i propri genitori alla massima attenzione nei luoghi di lavoro al fine di evitare incidenti e tragedie, purtroppo ancora troppo presenti nel nostro circondario. “Apri gli Occhi” è il nome dell’iniziativa .
I bambini ai genitori «Lavorate con prudenza»
di ANTONELLO NORSCIA

CORATO - I figli di alcuni operai della FAS Spa, azienda produttrice di pannolini per bambini e assorbenti per signora, lanciano un’origina - lissima iniziativa per sensibilizzare i propri genitori alla massima attenzione nei luoghi di lavoro al fine di evitare incidenti e tragedie, purtroppo ancora troppo presenti nel nostro circondario. “Apri gli Occhi” è il nome dell’originale iniziativa sulla sicurezza nelle fabbriche lanciata dalla FAS che ha sede nel nord barese, a Corato, e che da lavoro ad oltre 50 famiglie (tra dipendenti e indotto) del territorio commercializzando in tutt’Italia i prodotti “Made in Puglia”. L’iniziativa è stata ideata per sensibilizzare proprio gli operai ad una maggior attenzione sui luoghi di lavoro, all’utilizzo corretto dei macchinari e all’attuazione delle pratiche sulla sicurezza durante le quotidiane attività in fabbrica.

Sebbene gli incidenti e le morti bianche siano in diminuzione (nel 2012 le vittime sul lavoro accertate sono state 790, con una diminuzione che sfiora il 30% rispetto al 2008) il tema della sicurezza sul lavoro è ancora incandescente anche nel territorio del nord barese (numerosi i gravi incidenti e le inchieste della Procura della Repubblica di Trani) e riguarda sia operai che aziende, impegnati insieme per metter in piedi strategie con impegno ma soprattutto con strumenti di sensibilizzazione.
pubblicità ragazziLe gigantografie dei bambini che lanciano messaggi ai propri genitori, rigorosamente in tenuta da operaio, affisse negli stabilimenti della Fas, evidenziano attraverso gesti e frasi ad hoc gli aspetti e le manovre rischiose sulle quali agli operai è richiesta la massima cautela, come l’utilizzo di scarpe antinfortunistiche, l’attenzione agli ingranaggi delle linee di produzione, la corretta postura per il sollevamento dei carichi pesanti, l’utilizzo della mascherina per evitare di respirare le polveri.

“E’ stata un’idea che abbiamo voluto condividere coi nostri dipendenti – ha spiegato l’amministratore delegato di FAS Spa Francesco Squeo – per sensibilizzare in fabbrica l’attenzione alla sicurezza. Accanto ai simboli di pericolo convenzionali abbiamo voluto aggiungere un messaggio lanciato in maniera simpatica direttamente dai figli degli operai, che per una volta assumono il ruolo di “controllore” nei confronti dei propri genitori. E’ stata proposta e subito accettata con grande entusiasmo da parte di tutti e così ci siamo attivati per realizzare questa iniziativa, a nostro avviso fondamentale per stimolare la massima attenzione da parte dei lavoratori durante gli orari di lavoro perché con la vita non si scherza”.

pubblicità ragazziIl processo di investimenti dell’azienda del nord barese (oltre 3 milioni di euro per una nuova linea di produzione ed un nuovo opificio progettato per ridurre l’impatto ambientale) ha riguardato anche la formazione e la crescita del proprio staff sia dal punto di vista tecnico e della sicurezza sul lavoro sia di team building, non limitandosi a rispettare gli adempimenti di legge ma andando oltre, fornendo un valore aggiunto alla formazione.Insieme ad un gruppo di professionisti da cinque anni l’azienda svolge un percorso formativo coi suoi dipendenti che ha toccato varie tematiche previste dalla normativa sulla sicurezza del lavoro, come la valutazione del rischio connesso all’utilizzo di apparecchiature, l’esposizione a componenti chimici, l’esposizione al rumore e l’utilizzo di videoterminali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400