Venerdì 18 Gennaio 2019 | 03:27

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Da lunedì riprese in Puglia del nuovo film di Placido

BARI - Bari, Brindisi e BAT, sono i tre territori pugliesi sui quali saranno impegnati da lunedì 30 giugno le riprese di due nuovi film sostenuti da Apulia Film Commission: «La Scelta» di Michele Placido e «Zio Gaetano è Morto» di Antonio Manzini. Il primo sarà girato in 36 giorni, da lunedì 30 giugno a sabato 2 agosto; il secondo (dopo le riprese iniziate a Roma) proseguirà fino al 12 luglio. Le due pellicole avranno una ricasduta sul territorio stimata in 1, 4 milioni di euro
Da lunedì riprese in Puglia del nuovo film di Placido
BARI - Bari, Brindisi e BAT, sono i tre territori pugliesi sui quali saranno impegnati da lunedì 30 giugno le riprese di due nuovi film sostenuti da Apulia Film Commission: «La Scelta» di Michele Placido e «Zio Gaetano è Morto» di Antonio Manzini.

L’attore e regista Michele Placido torna dietro la macchina da presa nella sua Puglia per girare «La scelta», film ispirato dalla commedia «L'innesto» di Luigi Pirandello. La vicenda potrebbe essere una storia di normale felicità quotidiana, se un evento drammatico e improvviso non sconvolgesse l'equilibrio di Laura (Ambra Angiolini) e Giorgio (Raoul Bova), portando alla luce le loro diversità caratteriali. Il destino metterà alla prova il loro amore. Con grande forza, i due coniugi dovranno affrontare ogni paura e fare alla fine una scelta, appunto. Nel cast anche Valeria Solarino e lo stesso Placido.

Il film sarà girato in 36 giorni, da lunedì 30 giugno a sabato 2 agosto, tra Bisceglie e la provincia di Bari. «La scelta» (Charlot - Goldenart Production) è sostenuto da Apulia Film Commission con un finanziamento pari a 326.879,75 euro (Apulia National & International Film Fund 247.891,25 euro Apulia Hospitality Fund 78.988,50 euro) per un impatto sul territorio di 991.565,00 euro

"Zio Gaetano è morto», invece, è il film d’esordio di Antonio Manzini che, dopo due settimane a Roma, prosegue la lavorazione in Puglia per 12 giorni, da lunedì 30 giugno al 12 luglio, tra Bari e Brindisi. Interpretato dagli attori Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Rocco Ciarmoli e Giselda Volodi, il film racconta l'avventura di Cristian, che si trova a un bivio con una sola via d’uscita: andarsi a prendere un giaguaro in Puglia. È quello che può accadere a chi punta tutto sul famoso colpo di fortuna come unica possibilità di svolta nella vita. Cristian dovrà fare i conti con i boss del quartiere Silvanello e Sergione, affidarsi al guru della droga John Benzadrina, convincere l’amico Palletta a seguirlo nell’impresa del giaguaro, affrontare la donna cannone e la cosa più difficile di tutte: dire almeno una volta la verità alla sua fidanzata Teresa. E zio Gaetano? Una cosa è certa: è morto, ma non si sa nè perchè nè come. Ma soprattutto, Cristian non sa proprio chi accidenti sia zio Gaetano.

Prodotto da Flavia Parnasi della Combo Produzioni col sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il lungometraggio è sostenuto da Apulia Film Commission con un finanziamento pari a 130.406,25 euro (88.591,25 euro Apulia National & International Film Fund e 41.815,00 euro Apulia Hospitality Fund), con una ricaduta economica sul territorio di 437.995,00 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400