Venerdì 18 Gennaio 2019 | 04:37

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Scena di treno in corsa ... con le sbarre alzate

BARI - «È uno scandalo! Potevo uccidermi sotto quel treno!»: il nostro lettore, Pino T., è ancora sotto choc. A bordo della sua automobile, alle 20.45, tentava di evitare il traffico della statale 100 per raggiungere Bari. Percorso alternativo, via Crocifisso, la strada che collega Triggiano aMungivacca - che sfocia dinanzi all’Ikea. Il treno è passato a tutta velocità e il passaggio a livello è rimasto aperto
Scena di treno in corsa ... con le sbarre alzate
BARI - «È uno scandalo! Potevo uccidermi sotto quel treno!»: il nostro lettore, Pino T., è ancora sotto choc. A bordo della sua automobile, alle 20.45, tentava di evitare il traffico della statale 100 per raggiungere Bari. Percorso alternativo, via Crocifisso, la strada che collega Triggiano aMungivacca - che sfocia dinanzi all’Ikea.
Via Crocifisso è una stradina tortuosa che si snoda tra abitazioni e case rurali e incrocia i binari delle Ferrovie del Sud Est. E siamo al punto. Momento di brivido per Pino che si è fermato miracolosamente un attimo prima del passaggio del treno. «Io ho l’abitudine di rallentare in presenza di un passaggio a livello - racconta - ed è quello che ho fatto così non è stato difficile fermare l’auto quanto il treno è passato a tutta velocità nonostante le sbarre fossero tranquillamente alzate».

Già: il treno è passato a tutta velocità e il passaggio a livello è rimasto aperto. Anche la luce rossa, che segnala l’imminente chiusura delle sbarre, è rimasta spenta. Una tragedia sfiorata, insomma. Il nostro lettore ha fotografato la scena con il telefono cellulare e ha inviato alla Gazzetta immagine e denuncia. «Nell’epoca della tecnologia e dell’innovazione è il colmo assistere a cose del genere».

Ma per le Sud Est c’è da fronteggiare più di una lagnanza. «Per l'ennesima volta siamo costretti a segnalare il mancato funzionamento dell'impianto di condizionamento sulle vetture Fse dell'autolinea Bari-Taranto. Sulla vettura n. 4840 , partenza Taranto per Bari alle ore 17 circa, l'impianto di condizionamento è fuori uso, i finestrini sono sigillati e non c'è neanche una tendina!», anche qui il lettore, Leandro C., ci invia una foto con i passeggeri «prigionieri» dell’abitacolo incandescente. Eppure, la direzione delle Sud Est, in presenza di un’analoga situazione di disagio, aveva assicurato che i mezzi in uso su quella tratta erano perfettamente funzionanti. «Ma per riuscire a viaggiare maniera umana i pendolari cosa devono fare? È per forza necessario arrivare alle denunce?». (red. cro.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400