Venerdì 18 Gennaio 2019 | 20:38

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Il caso Gibbanza
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 

Turismo, è la Puglia la meta preferita

ROMA - Torna il segno più sul turismo italiano: quest’estate oltre un milione e mezzo di nostri connazionali torneranno a fare vacanze, segnando un incremento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2013, con un totale di vacanzieri che dovrebbe superare i 27,2 milioni. Lo rende noto un’indagine Confesercenti-Swg, secondo la quale, quindi, resterà a casa 1 italiano su 3. Tra chi rimane in Italia la regione più scelta è la Puglia, che sale di tre punti toccando il 16%. Seguono Sicilia ed Emilia Romagna, in lieve ribasso, e la Toscana che le tallona
Turismo, è la Puglia la meta preferita
ROMA - Torna il segno più sul turismo italiano: quest’estate oltre un milione e mezzo di nostri connazionali torneranno a fare vacanze, segnando un incremento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2013, con un totale di vacanzieri che dovrebbe superare i 27,2 milioni. Lo rende noto un’indagine Confesercenti-Swg, secondo la quale, quindi, resterà a casa 1 italiano su 3. In controtendenza la spesa media per persona, che dovrebbe attestarsi a 788 euro, archiviando un calo del 18% rispetto all’anno scorso. Altro dato negativo riguarda la spesa complessiva: quasi 21,5 miliardi di euro, in calo di circa 3,2 miliardi (-13%).

Quest’anno gli italiani in vacanza, racconta ancora l'indagine, trascorreranno un giorno in meno fuori casa: 11 contro i 12 dell’anno scorso e i 14 del 2008, ante crisi. Agosto rimane il mese preferito, viene scelto infatti dalla maggioranza degli italiani (54%, contro il 52 del 2013); a seguire luglio (34%) e settembre (18%).

Tra le mete prescelte, la Spagna (28%) comanda sempre la classifica; ma quest’anno potrebbe esserci il boom della Croazia, che sale di ben 8 punti nelle preferenze degli italiani, arrivando a un considerevole 18%. Bene anche la Grecia (dal 16 al 19%), mentre la Francia scende dal 24 al 19%. Tra chi rimane in Italia la regione più scelta è la Puglia, che sale di tre punti toccando il 16%. Seguono Sicilia ed Emilia Romagna, in lieve ribasso, e la Toscana che le tallona. Il mare - che nel 2006 raccoglieva il favore di più di due terzi degli italiani (73%) - continua a rimanere in testa alla preferenze dei vacanzieri, ma con il 48%. Seguono ben distanziate la montagna e le città d’arte, attorno al 14%. Per individuare la propria vacanza, il 62% degli intervistati dichiara apertamente di verificare le opinioni degli altri su internet, mentre un 9% si affida alle guide specializzate.

Il mezzo preferito per raggiungere i luoghi di vacanza resta decisamente l’automobile, che verrà utilizzata dal 63%; in rimonta il treno (dall’8% all’11%) e calo quasi simmetrico per l'aereo (dal 25 al 21%). Incoraggiante, inoltre, il dato sulla scelta di dove soggiornare: il 35% sceglierà l’albergo (34% l'anno scorso, primo segno positivo in questo ambito dal 2011); flessione, poi, per le case in affitto. Quest’estate si andrà un pò di più presso amici e parenti o nei bed&breakfast, mentre gli alberghi più ricercati sono quelli a tre stelle, con un significativo aumento anche di quelli a due stelle (dal 7 al 10%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400