Domenica 20 Gennaio 2019 | 13:38

NEWS DALLA SEZIONE

Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

Bari, arrestata pensionata gestiva casa d'appuntamenti

BARI – I carabinieri hanno arrestato a Bari una donna di 76 anni che è ora ai domiciliari con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Clienti e prostitute la chiamavano "La Zia". Lei, pensionata incensurata, gestiva una casa di appuntamenti nella propria abitazione al settimo piano di un condominio in viale Salandra. L'anziana si occupava di fissare gli appuntamenti nel suo appartamento di sei vani, con quattro camere da letto
Bari, arrestata pensionata gestiva casa d'appuntamenti
BARI – I carabinieri hanno arrestato a Bari una donna di 76 anni che è ora ai domiciliari con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Clienti e prostitute la chiamavano "La Zia". Lei, pensionata incensurata, gestiva una casa di appuntamenti nella propria abitazione al settimo piano di un condominio in viale Salandra.

L'anziana si occupava di fissare gli appuntamenti nel suo appartamento di sei vani, con quattro camere da letto. I militari del Nucleo Radiomobile di Bari, che hanno condotto l'indagine, hanno accertato che il pagamento della prestazione sessuale avveniva direttamente nelle mani dell’anziana che provvedeva a trattenere per sè una parte dei proventi (le prestazioni variavano dai 40 ai 70 euro).

 Nel corso dell’irruzione in casa è stato trovato un cliente appartato con una romena e un altro che attendeva il proprio turno. Alla vista dei militari in abiti civili, la donna scambiandoli per clienti ha proposto loro una gamma di incontri. A quel punto sono scattate le manette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400