Venerdì 30 Ottobre 2020 | 03:52

NEWS DALLA SEZIONE

attentato terroristico
Procura Bari collabora a indagine su attentatore tunisino di Nizza: sarebbe sbarcato da nave Rhapsody

Strage di Nizza, attentatore tunisino giunto su nave Rhapsody: Procura Bari collabora a indagine

 
Tragedia sfiorata
Bari follia in centro, donna ferita con un coltello: fermato presunto aggressore

Bari follia in centro, donna campana ferita col coltello: arrestato l'aggressore 32enne con problemi psichici

 
Giustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
La nomina
Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

 
nel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
Il caso
Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

 
Il video
Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

 
Il caso
Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

 
La manifestazione
Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà»

Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà». Lanciati fumogeni e bombe carta FOTO/VIDEO

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariattentato terroristico
Procura Bari collabora a indagine su attentatore tunisino di Nizza: sarebbe sbarcato da nave Rhapsody

Strage di Nizza, attentatore tunisino giunto su nave Rhapsody: Procura Bari collabora a indagine

 
Tarantol'agguato
Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

 
Materala manifestazione
Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

 
Potenzapericolo contagio
Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

 
Brindisila ricerca
Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

 
Covid news h 24sanità
Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 

i più letti

L'inchiesta

Bari, l'odissea quotidiana sugli autobus urbani

Mezzi strapieni, addio distanziamento. I controlli della polizia

Bari, l'odissea quotidiana sugli autobus urbani

foto Luca Turi

Spintoni, strattoni, palpeggiamenti e borseggi? Problemi obsoleti. Ora la vita del passeggero sull'autobus parla la lingua del Covid: mascherina, distanziamento, gel disinfettante. Il mantra contro la paura del contagio. E i problemi si sono adeguati: l’autobus strapieno, le distanze di sicurezza che a bordo del mezzo non vengono rispettate, le mascherine che, nella migliore delle ipotesi, sono posizionate sotto il naso. O sotto il mento.

«Io non posso farci nulla. Il mio compito è guidare e portare le persone possibilmente sane e salve a destinazione. Devo fermarmi alle fermate se qualcuno prenota la chiamata. E se sull'autobus, già affollato, continuano comunque a salire le persone quando io mi fermo e apro le porte per far scendere il passeggero che, a bordo, me lo ha chiesto, a chi si lamenta del mancato distanziamento non so più cosa rispondere: la differenza la fa il buon senso di ciascuno di noi».
Francesco è un'autista di linea da dieci anni: è arrabbiato, preoccupato e stanco. Non gli va giù che la gente protesti sempre e comunque. Oggi è la volta della linea 10: i passeggeri lamentano corse sovraffollate, anche più di prima del Covid. «La linea del 10 è la più lunga della città. Attraversa, se ricordo bene, cinque quartieri, fa un giro lunghissimo e “raccoglie” sempre molti passeggeri. E comunque alla gente non va mai bene niente – sospira Francesco - .

Ma le regole, quelle si rispettano a intermittenza, quando ci fa comodo. Sa quante volte, alle corse serali, prima di partire mi permetto, per mia scelta, di raccomandare l'uso delle mascherine? I ragazzi sghignazzano e gli adulti, testa bassa sui telefonini, ti ignorano e la mantengono abbassata sul mento». Sta di fatto che il trasporto urbano è nel mirino dell'opinione pubblica. Lamenta disfunzioni del servizio, soprattutto il mancato rispetto delle regole e dei limiti della capienza massima indicata dalla normativa anti Covid. «Anche io ho paura di essere contagiato, di portare il virus a casa – gli fa eco Antonio – ma questi sono i mezzi a disposizione e se non ci autoregoliamo tutti, ma proprio tutti, non se ne esce». Le scene di nervosismo tra i passeggeri, i panegirici sull'esistenza o meno del Covid, la strafottenza di chi non indossa la mascherina e deride chi lo fa: il trasporto urbano, nell'era Covid, è anche questo. Sovraffollato e a rischio contagio. «Ma le foto dei bus stracolmi sono fuorvianti - precisaPierluigi Vulcano, presidente dell'Amtab - perché i nostri bus viaggiano a capienza come da disposizioni anti-Covid». Ogni rischio, in realtà, potrebbe essere arginato se solo si cominciassero a rispettare le regole. «Ho accolto con grande favore la collaborazione della Polizia locale nel controllo dell'uso della mascherina a bordo dei nostri mezzi - dichiara Vulcano -. Abbiamo una flotta di 147 autobus, 117 sono adibiti al trasporto urbano, i restanti al trasporto scolastico.

Su questi ultimi sono state introdotte due figure, i “facilitatori” - continua -: controllano il rispetto della capienza, uso della mascherina e vidimazione del biglietto. Ma sugli altri 117 non abbiamo la possibilità economica di far lavorare “guardiani” del genere». E a quanto pare la gente ha proprio bisogno di “guardiani”. «Finalmente – commenta Adriana, una commessa che usa l'autobus per andare al lavoro due volte al giorno – non mi devo ritrovare l'alito sul collo del vicino senza poter protestare perché sennò ti sbranano. Magari controllassero anche la capienza massima». I controlli della Polizia locale sono partiti qualche giorno fa e hanno mietuto le prime vittime: su una decina di controlli effettuati sulle linee 4, 2, 12, 21, 19, 7, 3 e 13 della municipalizzata Amtab, hanno sanzionato due ventenni, con verbali da 400 euro ciascuno, sui bus diretti al quartiere San Paolo. Avevano trasgredito l'obbligo di indossare la mascherina. «La Polizia locale ha cominciato questo servizio a campione - sottolinea Vulcano - . Salgono a bordo e verificano l'uso dei dispositivi di protezione individuale e il rispetto del distanziamento interpersonale prescritto dall’attuale legislazione emergenziale». I controlli della Polizia locale, in sinergia con l'amministrazione comunale, saranno rinforzati nei prossimi giorni al fine di tutelare la salute pubblica sia degli utenti che del personale di bordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie