Giovedì 24 Gennaio 2019 | 06:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

 
Il meeting
Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

Congresso Cgil, Camusso incontra lavoratori Gazzetta del Mezzogiorno

 
Sentenze tributarie pilotate
Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

Bari, caso «Gibbanza» Cassazione annulla 2 condanne

 
La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 

Bari

Traffico internazionale di droga
2 arresti e sequestro di 1,5 mln

droga sequestrata

La droga sequestrata

BARI - Due persone, un uomo considerato tra i più attivi intermediari baresi nel settore del narcotraffico, e una donna, sono state arrestate dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari, che hanno sequestrato anche beni mobili, immobili, aziende e somme di denaro per un valore stimato in circa 1,5 milioni di euro.

Le misure cautelari personali e i sequestri, disposti dal Gip del Tribunale di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, sono il frutto di indagini svolte nei confronti di una organizzazione criminale barese che hanno condotto anche alla denuncia di 26 persone per traffico transnazionale di stupefacenti. Uno degli arrestati, L.G., poteva contare su conoscenze personali con fornitori internazionali dello stupefacente, con base in Spagna e Olanda. La donna, N.G., acquistava ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, che reperiva proprio grazie all’intermediazione dell’altro arrestato.

La droga, acquistata sul canale internazionale mediante un broker, giungeva a Bari con corrieri reclutati di volta in volta dall’organizzazione; veniva poi rivenduta ad una clientela selezionata, fidelizzata mediante un sistema di consegne a domicilio, ordinativi fatti tramite chat e pagamenti dilazionati. Nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza quattro persone e sequestrati 11 kg di marijuana, e 3 kg di hascisc e cocaina, oltre a 1.050 euro in contanti ed un apparato inibitore/disturbatore di frequenze 'jammer'.

Tra i beni sequestrati, ci sono una villa di pregio con giardino e piscina nel quartiere di Santo Spirito di circa 1000 mq, un appartamento a Bari Vecchia e tre automezzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400