Domenica 09 Agosto 2020 | 05:12

NEWS DALLA SEZIONE

fase 3
Bari, 20mila rinnovi carte identità elettroniche: approvato progetto per smaltire arretrati Covid

Bari, 20mila rinnovi carte identità elettroniche: approvato progetto per smaltire arretrati Covid

 
SANITÀ
Mini gare: Asl Bari sotto accusa: «300 euro per far montare carrozzina inutilizzabile»

Mini gare Asl Bari sotto accusa: «300 euro per far montare carrozzina inutilizzabile»

 
LA GAZZETTA NEI BAR
Bari, caffè, pucce e Gazzetta: benvenuti al Napoleon

Bari, caffè, pucce e Gazzetta: benvenuti al Napoleon

 
l'episodio
Bari, aggredisce e minaccia i poliziotti del Policlinico: arrestato 49enne

Bari, aggredisce e minaccia i poliziotti del Policlinico: arrestato 49enne

 
nel Barese
Casamassima, aggredirono volontari associazione Carabinieri in Congedo che sedavano una lite: arrestati

Casamassima, aggredirono volontari associazione Carabinieri in Congedo che sedavano una lite: arrestati

 
LAVORO
Bari, «Licenziato con un pretesto dopo 31 anni di servizio»

Bari, «Licenziato con un pretesto dopo 31 anni di servizio»

 
La decisione
Mola, stop a parcheggio selvaggio sulla costa: installate barriere «New Jersey»

Mola, stop a parcheggio selvaggio sulla costa: installate barriere «New Jersey»

 
Turismo
«Monopoli, la tua vacanza inizia da qui»: presentato il video promozionale

«Monopoli, la tua vacanza inizia da qui»: presentato il video promozionale

 
l'attentato
Toritto, incendiata auto dirigente comunale: telecamera riprende 2 che appiccano fuoco

Toritto, incendiata auto dirigente comunale: telecamera riprende 2 che appiccano fuoco

 
maltrattamenti in famiglia
Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne violento

Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari, scattato il conto alla rovescia presto un summit fra i De Laurentiis

Bari, scattato il conto alla rovescia: presto un summit fra i De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Foggia, travolto ciclista sulla pista ciclabile: finisce in ospedale

Foggia, travolto ciclista sulla pista ciclabile: finisce in ospedale

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

 
TarantoVerso il voto
Regionali 2020, Laricchia (M5s) a Taranto: «Se vinco chiude area a caldo ex Ilva»

Regionali 2020, Laricchia (M5s) a Taranto: «Se vinco chiude area a caldo ex Ilva»

 
Barifase 3
Bari, 20mila rinnovi carte identità elettroniche: approvato progetto per smaltire arretrati Covid

Bari, 20mila rinnovi carte identità elettroniche: approvato progetto per smaltire arretrati Covid

 
Hometrasporti
Lecce-Roma, ad agosto Trenitalia aumenta i «Frecciargento»

Lecce-Roma, ad agosto Trenitalia aumenta i «Frecciargento»

 
PotenzaSERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
MateraL'INTERVISTA
Matera, la rinuncia di Vespe alla candidatura

Matera, la rinuncia di Vespe alla candidatura

 
BatIL PROGETTO
Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

 

i più letti

Anniversario

Bari, PoPizz, compie cinque anni: la radio custode della baresità

L’editore Belviso: «Recuperiamo la memoria, le istituzioni si accorgano di noi»

Bari, PoPizz, compie cinque anni. La radio custode della baresità

BARI - Una sentinella della memoria, una compagna sicura nel presente, una finestra sul futuro con le radici ben piantate nella storia della città.

Radio PoPizz compie oggi cinque anni. Un lustro durante il quale è diventata scrigno della baresità, emblema dell’identità locale. Non solo musica e intrattenimento sulle sue frequenze, ma anche e soprattutto recupero delle tradizioni, nel segno della missione assegnata alla radio fin dal primo vagito, il 15 luglio del 2015. Lo stesso nome, popizz (alias Pop Hits per chi preferisce l’anglismo), richiama la frittella tipica dello street food barese.

A distanza di cinque anni, si può parlare di una scommessa vinta da Lorenzo Belviso, editore sessantenne impegnato nel settore fin da quando nel 1976, ad appena 16 anni, fondò la sua prima radio. Altra sua creatura a Bari è Radio Mi Piaci; è anche socio in un’emittente romana.

«Radio PoPizz - ricorda- è nata in sordina, ma è presto diventata tra le emittenti più ascoltate non solo a Bari ma ovunque ci sia qualcuno, e sono in tanti, che ama la nostra città e la Puglia, per le bellezze naturali, per i tesori culturali e per l’enogastronomia. L’avventura - ricostruisce Belviso - partì dall’idea di creare una radio unica non solo nel panorama cittadino ma in tutta Italia. Una sfida che ho preso subito sul serio e ho portato avanti con impegno».

Da qui il confronto quotidiano con i cultori della storia e della cultura baresi, con i custodi dei modi di dire, con chi detiene i segreti delle ricette della cucina locale. «Ho cercato di rivolgermi a più voci possibili - sottolinea l’editore - affinché dessero un contributo alla ricostruzione della memoria cittadina. E moltissimi hanno risposto e continuano a rispondere».

Ed ecco che, attraverso un lavoro quotidiano avviato pure per «donare un sorriso agli ascoltatori», Radio PoPizz sta creando un vero e proprio archivio storico della baresità. «Un valore aggiunto per la città - sottolinea Belviso - perché in tanti stanno donando veri tesori nascosti in vecchi filmati o in vecchie registrazioni che altrimenti sarebbero andati perduti». Solo per fare un esempio: Nico Salatino ha donato videocassette con i suoi vecchi spettacoli, subito convertite in formato digitale. E così stanno facendo tanti altri, attori, autori, musicisti. Un patrimonio storico che non può andare disperso.

Radio PoPizz guarda anche al futuro e si avvale di tutti i mezzi tecnologici per raggiungere gli ascoltatori. Così è diventata anche tv, visibile sul digitale terrestre in Puglia e Piemonte (sul canale 881) e in Lombardia (sul canale 656). E si può seguire anche in streaming, sulla pagina Facebook o tramite una app per smartphone. «Diamo l’opportunità di ritrovare le proprie radici ai tanti baresi e pugliesi che per lavoro si sono trasferiti nelle regioni del Nord. E da loro, così come dai baresi - rimarca soddisfatto Belviso - stiamo ricevendo un grande apprezzamento».

ll LOCKDOWN - Durante il periodo di confinamento, Popizz (radio e tv) ha fatto compagnia ai baresi, regalando un po’ di buon umore in un momento difficile, con la trasmissione «Statt’ a ccaste», divenuta presto popolarissima. Lorenzo Belviso in studio a condurre i collegamenti con gli artisti, anche di livello nazionale, come Edoardo Vianello, Sandro Giacobbe, Mimmo Locasciulli. Oppure ospiti baresi (Dante Marmone, Tiziana Schiavarelli e molti ancora) pronti a intervenire in diretta dalle loro case.

«Pochissimi mezzi ma tanta passione - commenta l’editore-anchor man - e la gente ha apprezzato. Siamo stati precursori di questo tipo di collegamenti anche rispetto alla Rai. Prima ancora della tv di Stato abbiamo mandato in diretta la messa del Papa da Santa Marta».

Di quel periodo anche la fortunata «Pasquetta Popizz», con un prato virtuale e sei famiglie baresi che si sfidavano in un gioco a premi.

Tornando all’impegno culturale, l’emittente collabora con Vito Signorile e il Gruppo Abeliano nell’organizzazione della «Piedigrotta Barese», festival di poesie e racconti in dialetto.
Non solo: l’Apulia Film Commission ha dato il placet al prezioso lavoro di ricerca per ricostruire la programmazione e i titoli dei film che andavano in onda sulla Rai durante i giorni della Fiera del Levante.

LA FESTA - Fin dal primo compleanno, la radio ha festeggiato con un appuntamento aperto agli ascoltatori nell’arena della Pace, alla «Mongolfiera» di Japigia. L’anno scorso alla serata erano accorsi oltre mille spettatori. Oggi, causa misure anti-Covid, non è possibile organizzare un evento simile. Ma Radio PoPizz non rinuncerà all’ormai tradizionale interscambio con il proprio pubblico. «A partire dalle 21 - spiega Belviso - condurrò da studio una trasmissione che si collegherà in diretta con tutti i nostri amici e collaboratori: Nico Salatino, Vito Signorile, Antonello Vannucci, Davide Ceddia, Franco De Giglio, Nicola Pignataro, Alessandra Sarno, la mitica Finella, la signora ottantenne protagonista della rubrica “Chiedilo a Finella” che svela agli ascoltatori le sue ricette tipiche. È previsto il saluto dell’assessore alla cultura Pierucci e del sindaco Decaro. La novità è che questa volta abbiamo chiesto ai nostri ascoltatori di essere i protagonisti della festa attraverso i loro videomessaggi, che manderemo in onda».

L’APPELLO -  Lorenzo Belviso ama la sua creatura, ma come ogni editore combatte con le difficoltà finanziarie accentuate dalla pandemia, che ha fatto crollare gli investimenti pubblicitari. «Il futuro è incerto - ammette - ci lecchiamo le ferite causate dal Covid, anche se la voglia di fare non manca e l’entusiasmo della gente ci spinge a tenere duro e andare avanti. Vorremmo, però, che le istituzioni si accorgessero di noi. Non solo perché portiamo l’allegria nelle case. Vogliamo realizzare un archivio storico digitale di tutto ciò che è stato prodotto dalla lingua e dalla cultura barese, nei suoi molteplici aspetti. Un lavoro a vantaggio della memoria della comunità che può continuare se ci sarà un sostegno pubblico. Sarebbe un vero peccato interrompere un’esperienza del genere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie