Venerdì 07 Agosto 2020 | 16:44

NEWS DALLA SEZIONE

maltrattamenti in famiglia
Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne violento

Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne

 
L'ANNIVERSARIO
Bari, la Vlora 29 anni fa: le verità nascoste

Bari, 29 anni fa lo sbarco della Vlora: le verità nascoste

 
il caso
Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

 
il decreto
Bari, Decaro nomina delegato sanità per la città metropolitana

Bari, Decaro nomina delegato sanità per la città metropolitana

 
dalla GdF
Bari, 50kg di droga nascosta nel doppiofondo di un camion-frigo: un arresto

Bari, 50kg di droga nascosta nel doppiofondo di un camion-frigo: un arresto

 
al capitolo
Monopoli, la strada è un fiume per la pioggia: ragazze bloccate in macchina salvate da polizia

Monopoli, la strada è un fiume per la pioggia: ragazze bloccate in macchina salvate da polizia

 
15° anniversario
Bari, Disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

Bari, disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

 
Il virus
Nuovo caso di Covid 19 a Bari, partoriente al Di Venere positiva al tampone

Bari, partoriente ospedale Di Venere positiva: personale e degenti di Ostetricia tutti negativi

 
La novità
Fiera del Levante lancia il salone mediterraneo «Be Wine!» sponsor dei vini del Sud

Fiera del Levante lancia il salone mediterraneo «Be Wine!» sponsor dei vini del Sud

 
L'INIZIATIVA
Vacanze sociali, la barca anti-mafia diventa uno svago a portata di tutti

Bari, con la barca anti-mafia 200 mini crociere per i meno fortunati

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzala denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Barimaltrattamenti in famiglia
Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne violento

Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne

 
Leccegiornalismo
Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

 
Batl'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
Tarantocontrolli dei CC
Taranto, nascondeva in casa oltre un chilo e mezzi di cocaina: arrestato trafficante 35enne

Taranto, nascondeva in casa oltre 1 kg e mezzo di cocaina: arrestato trafficante 35enne

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

Diritto allo studio

Appello da Bari: «Riaprite le scuole già dal 1° settembre»
Regione approva calendario scolastico: in classe il 24 settembre

Per migliaia di famiglie la data indicata dalla Regione come ripartenza dopo lo stop imposto dal coronavirus è inaccettabile

Scuola, inizia un nuovo annoma il futuro resta incerto

BARI - In classe già dal 20 agosto, così come stabilito da alcuni stati europei, o al massimo dal 1° settembre, in modo da recuperare sia il tempo perso e sia i programmi portati avanti a singhiozzo, fra incomprensioni a distanza e capricci delle piattaforme informatiche. Ma soprattutto recupero della socialità, del confronto, della scuola delle parole, dei gesti, dei sorrisi reali e non filtrati da uno schermo. Per migliaia di famiglie la data indicata dalla Regione come ripartenza dopo lo stop imposto dal coronavirus è inaccettabile.

Oggi la giunta, guidata dal governatore Michele Emiliano, dovrebbe esprimersi sull’avvio del nuovo anno scolastico. La proposta è quella di portare in aula gli alunni dal 24 settembre, una volta ultimate le operazioni di sanificazione degli istituti che dovranno ospitare i seggi elettorali: il voto per il rinnovo del consiglio regionale è fissato per il 20 e per il 21. La data indicata invece dal ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è il 14 settembre.

Terry Marinuzzi, portavoce del coordinamento Genitori attivi, è pronta alla battaglia: «La rete delle famiglie che sostengono il valore delle lezioni in presenza, anche all’aperto, si allarga giorno dopo giorno. Stiamo preparando una class action contro l’Italia perché il governo sta contravvenendo all’articolo 14 della Costituzione. L’Italia è l’unico Paese dell’Unione europea dove l’attività didattica in presenza viene sospesa per sei mesi e mezzo. I nostri ragazzi sono a casa dal 4 marzo. Altrove, anche per poche settimane, hanno potuto rivedere i loro compagni, le maestre e i professori».
A dire il vero a Bari sono numerose le classi che si sono date appuntamento, qualcuna con gli insegnanti, nei locali per un brindisi oppure per una pizza d’addio. Del resto tutte le attività hanno riaperto, ad eccezione della scuola.

L’azione legale collettiva ha l’obiettivo di riaccendere i riflettori sul diritto-dovere all’istruzione, ma non a distanza. Terry Marinuzzi non si arrende: «Il problema non è il caldo, ma il sostegno che la politica vuole garantire all’industria del turismo. Se il Covid19 in questa fase ha perso la carica virale, perché non approfittarne per tornare in classe? Se l’Italia non è in grado di garantire il diritto all'istruzione, istituisca i bonus affinché ogni famiglia decida i autonomia qual è il percorso formativo migliore per i suoi figli, avvalendosi per esempio degli educatori personali. Se il problema sono le classi pollaio, allora si investa sulla scuola diffusa con il prolungamento delle ore di didattica. Il volontariato e tutta la cittadinanza attiva sono pronti a offrire il proprio contributo».

Daniela Cannizzaro, presidente del Comitato di quartiere Palese zona 167, che ha in gestione il giardino della materna Collodi, è amareggiata: «A settembre mio figlio farà la prima classe della primaria. Il rodaggio sarà più lungo e complesso del passato a causa della normativa sul distanziamento. Perché allora non anticipare il suono della campanella al 1° settembre? È da irresponsabili avviare le prove generali della didattica in presenza postCovid il 24 settembre. Significa non aprire i libri prima di metà ottobre. I genitori che lavorano saranno in crisi: il welfare, nella più felice delle ipotesi, si poggia sulle spalle dei nonni. In caso contrario le famiglie dovranno pagarsi la babysitter. Come sempre i più penalizzati saranno i precari e i lavoratori a nero, incluse le mamme che fanno le pulizie a domicilio».

Maria Carla Martelli è impegnata a creare un comitato di genitori del comprensivo «Zingarelli-Anna Frank»: «La data del 24 settembre ci ha spiazzato e ci ha deluso. Siamo un gruppo di genitori e cittadini pronti a collaborare con la scuola: la media Zingarelli, che ha una bella didattica innovativa, è sovraffollata. Occorre trovare un’alternativa alle classi-pollaio: doppi turni distribuiti fra mattina e pomeriggio, con enormi disagi per i ragazzi e per le famiglie, oppure aule allestiste nei giardini e nelle chiese del quartiere. Siamo pronti ad aiutare la scuola nella ricognizione degli spazi. Comunque così non si può andare avanti: pub, ristoranti, discoteche, stadi. Possibile che il governo alla scuola e agli studenti riservi l’ultimo posto dell’agenda»?

APPROVATO CALENDARIO SCOLASTICO 2020/2021 - La Giunta regionale, nel frattempo, ha approvato il calendario scolastico per l’anno scolastico 2020/2021 vincolandone l’efficacia all’emanazione dell’ordinanza del ministero dell’istruzione concernente l’inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/2021 e alla compatibilità con i contenuti della stessa.

·24 settembre 2020, inizio attività didattica

·11 giugno 2021, termine attività didattica

·30 giugno 2021, termine attività educativa nelle scuole d’infanzia

 In tutte le scuole le lezioni saranno sospese, oltre che per le Festività Nazionali citate in premessa, anche per:

·7 dicembre 2020 (ponte)

·dal 23 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 (vacanze natalizie)

.dal 1 aprile 2021 al 6 aprile 2021  (vacanze pasquali)

Ricorrenza del Santo Patrono (qualora coincida con un giorno in cui non si effettuino lezioni o  attività educative e didattiche non si darà luogo ad alcun recupero

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie