Giovedì 27 Febbraio 2020 | 13:26

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

 
cc e polizia
Droga al San Paolo e a Turi: due arresti nel Barese

Droga al San Paolo e a Turi: due arresti nel Barese

 
colti in flagrante
Bari, rubano da distributori in scuola Santomauro: 2 arresti

Bari, rubano da distributori in scuola Santomauro: 2 arresti

 
gara di solidarietà
Bari, salvate 3 vite umane grazie ad un trapianto di rene in tandem

Bari, salvate 3 vite umane grazie ad un trapianto di rene in tandem

 
Il caso
«Voli dal Nord? Nessun controllo». Polemica sull’aeroporto di Bari

«Voli dal Nord? Nessun controllo». Polemica sull’aeroporto di Bari

 
udienza preliminare
Bari, uccise il marito, chiesto l'abbreviato: la difesa dell'imputata solleva questione di legittimità costituzionale

Bari, uccise il marito, chiesto l'abbreviato: la difesa dell'imputata solleva questione di legittimità costituzionale

 
la decisione
Coronavirus, Bari sospesi tirocini per studenti di Medicina

Coronavirus, Bari sospesi tirocini per studenti di Medicina

 
Controlli della Ps
Bari, a spasso con droga e pistola: arrestato nipote boss Parisi

Bari, a spasso con droga e pistola: arrestato nipote boss Parisi

 
Prevenzione
tribunale di Bari

Coronavirus, Tribunale Bari, varate 12 misure per l'emergenza da seguire in udienza e uffici

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batcos aci faceva lì
Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, attese domani firme su accordo ex Ilva. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

Mittal, attese domani firme su accordo. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

 
NewsweekLa storia
Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

 
BariL'iniziativa
Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

 
Leccelibri
«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

La ricerca

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

I risultati presentati al congresso europeo diabetologi. Il gruppo di ricerca guidato dal prof. Giorgino

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Il grasso che riveste il cuore può mandare 'kò le cellule miocardiche e favorire lo scompenso cardiaco, ma solo nei soggetti obesi. Lo dimostra uno studio dell’Università di Bari, una delle ricerche presentate dai giovani ricercatori della Società italiana di diabetologia (Sid) al 55/o Congresso dell’Associazione europea per lo studio del diabete (Easd).

Lo studio dimostra che le cellule adipose che rivestono il cuore (il cosiddetto grasso epicardio) possono, nei soggetti obesi, produrre una serie di molecole con caratteristiche pro-infiammatorie che mandano al tappeto le cellule miocardiche, aprendo così la strada allo scompenso cardiaco, una complicanza frequente nelle persone obese con diabete di tipo 2. Dalla conoscenza più approfondita di questi 'mediatori del KO' potrebbero derivare nuove terapie anti-scompenso cardiaco.

«Obiettivo del nostro studio - spiega Stefania Porro dell’Università di Bari - è stato quello di valutare se i mediatori cellulari rilasciati dalle cellule staminali adipose fossero in grado di determinare alterazioni della vitalità e della funzione delle cellule progenitrici cardiache».

«Questo studio - commenta Francesco Giorgino, ordinario di Endocrinologia presso l’Università di Bari, il cui gruppo di ricerca ha condotto lo studio - dimostra per la prima volta un importante collegamento tra il tessuto adiposo che riveste il cuore e lo stato di salute del cuore stesso: alcune sostanze prodotte da questo particolare tipo di tessuto nei soggetti obesi possono danneggiare il cuore, aumentando il rischio di scompenso cardiaco, che è particolarmente elevato nelle persone con obesità e/o con diabete di tipo 2. Questi risultati potranno consentire di individuare nuovi mediatori di danno cardiovascolare nell’obesità e nel diabete 2».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie