Sabato 20 Luglio 2019 | 09:21

NEWS DALLA SEZIONE

Società fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
Lirica
Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

 
L'anniversario
Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

 
Liquami in mare
Torre Quetta, revocato divieto di balneazione: ok le analisi di Arpa Puglia

Torre Quetta, revocato divieto di balneazione, Decaro contro Aqp: «Basta disservizi»

 
Gli arresti
Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

 
I controlli
Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

 
I nuovi assetti
Bari, finisce la faida di Madonnella: clan Strisciuglio in ritirata

Bari, finisce la faida di Madonnella: clan Strisciuglio in ritirata

 
Il ciak
Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

 
La tragedia
Bari, bagno di sera a Pane e Pomodoro: muore stroncato da malore 70enne russo

Bari, 70enne russo muore dopo bagno a Pane e Pomodoro: forse un malore

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
BariSocietà fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BrindisiPer un valore di 1000 euro
Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Fallimenti truccati

Bari, giudice denunciò falsi mandati di pagamento: ora è testimone a processo

Fu Michele Monteleone, ex magistrato della sezione Fallimentare del Tribunale di Bari, a denunciare le anomalie nei mandati di pagamento liquidati all’avvocato civilista barese Gaetano Vignola

tribunale di Bari

BARI - Fu il giudice Michele Monteleone, ex magistrato della sezione Fallimentare del Tribunale di Bari, a denunciare le anomalie nei mandati di pagamento liquidati all’avvocato civilista barese Gaetano Vignola, ex curatore di numerose procedure fallimentari. A rivelarlo in aula è stato lo stesso Monteleone, sentito oggi come testimone nell’udienza del processo nei confronti di Vignola e di altre tre persone, l'imprenditore Sergio Rossi, il commercialista Lorenzo Ferrari e Michele Di Lella, fiduciario e collaboratore dell’azienda di Rossi.

Vignola è imputato per peculato e falso, per essersi appropriato di circa 6 milioni di euro falsificando i mandati di pagamento di otto procedure fallimentari, alterandoli con l'aggiunta di cifre per gonfiare gli importi. In concorso con gli altri tre imputati risponde anche di corruzione in atti giudiziari per aver ricevuto la somma di 260 mila euro per favorire l’imprenditore in una procedura fallimentare. I fatti contestati risalgono agli anni 2007-2010.

Nell’udienza di oggi del processo che si sta celebrando dinanzi al Tribunale di Bari il giudice Monteleone è stato sentito come teste assistito, accompagnato dall’avvocato Francesco Paolo Sisto, perché inizialmente coinvolto nella stessa inchiesta e la cui posizione fu poi archiviata a Lecce. Monteleone, ultimo dei testimoni citati nel processo, ha raccontato i suoi sospetti su alcuni mandati di pagamento dell’avvocato Vignola e l’immediata segnalazione che lui stesso fece all’allora presidente della sezione Fallimentare. Nella prossima udienza del 24 settembre ci sarà la requisitoria del pm Marco D’Agostino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie