Venerdì 18 Gennaio 2019 | 18:54

NEWS DALLA SEZIONE

Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 

È originaria della provincia

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

La donna, che ha agito senza complici, ha confessato

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

(foto Luca Turi)

La polizia di Bari ha individuato la responsabile degli atti vandalici della notte tra il 10 e l'11 gennaio, in cui sono stati dati alle fiamme una ventina di cassonetti nel centro della città, nei quartieri Murat, Libertà e Madonnella. Grazie alle telecamere di videosorveglianza è stata individuata la responsabile, una donna di 36 anni della provincia, che già nei giorni precedenti è stata protagonista di un episodio analogo in un comune limitrofo. La 36enne ha agito senza complici e senza un'evidente motivazione: ha confessato di essere arrivata a Bari poche ore prima e di aver girovagato senza meta. Quando si accorgeva di non essere vista, estraeva due accendini e dava alle fiamme i rifiuti cartacei nel relativo bidone. È stata denunciata per danneggiamento seguito da incendio e interruzione di pubblico servizio.

I RINGRAZIAMENTI DEL SINDACO - «Ringrazio a nome della città di Bari la Squadra Mobile e tutti i funzionari dello Stato che in meno di 12 ore sono venuti a capo della vicenda individuando l’autore degli incendi, che ricordiamo per fortuna non hanno causato danni gravi ad altre cose, vista la posizione dei cassonetti. Grazie alla rete di video sorveglianza cittadina, che può contare su dispositivi di ultima generazione sia pubblici sia privati, le indagini si sono risolte a strettissimo giro». Lo ha detto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, dopo avere appreso che la polizia ha individuato e denunciato la responsabile dell’incendio di 17 cassonetti della raccolta differenzia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400