Sabato 01 Ottobre 2022 | 10:45

In Puglia e Basilicata

Politica

Elezioni a Bari e Foggia: i grillini in mano a Rousseau

Elezioni a Bari e Foggia: i grillini in mano a Rousseau

Candidature attraverso la nuova piattaforma informatica: tutto in alto mare

30 Dicembre 2018

Michele De Feudis

Per le amministrative pugliesi il Movimento 5 Stelle testerà per la prima volta la funzione «OpenComuni» della piattaforma Rousseau, che dovrà - soprattutto a Bari - realizzare una sintesi tra le varie anime dei pentastellati. Le regole? Cliccando su «Crea una nuova lista» l’aspirante sindaco - iscritto al Movimento e allineato allo Statuto e al Codice Etico - potrà presentare la sua candidatura, caricando la propria visura del casellario giudiziario e il certificato dei carichi pendenti. Poi completata la lista dei candidati al consiglio comunale potrà richiedere contestualmente la certificazione. «Richiedendo la certificazione ogni candidato - è scritto sul Rousseau - prende atto e accetta che il Capo Politico (Luigi Di Maio, ndr), sentito il Garante (Beppe Grillo, ndr) avrà facoltà di valutare la compatibilità della candidatura con i valori e le politiche del M5S, esprimendo eventuale parere vincolante negativo sull’opportunità di certificazione della lista, dichiarando ora per allora di rinunciare a qualsivoglia reclamo avverso la determinazione del Capo Politico». La richiesta di certificazione va inviata 30 giorni prima della data del deposito della lista.

A Bari ha presentato la candidatura come aspirante sindaco Elisabetta Pani, 43 anni, attivista (ha seguito in particolare i dossier sulla sicurezza negli edifici scolastici), musicista e insegnante, già candidata con i grillini alle scorse comunali e regionali. «Sono orgogliosa di essere stata scelta attraverso una votazione democratica da un gruppo di cittadini attivi che amano il Movimento».

La Pani ha presentato richiesta di certificazione, ma istanze simili potrebbero arrivare sulla piattaforma nelle prossime settimane. Un altro attivista storico, Giampiero Milone, ha animato una mobilitazione per una possibile candidatura a sindaco di Bari dell’accademico Gaetano Filograno: «Più di 70 iscritti certificati - ha scritto su Fb Milone - hanno chiesto al prof. Filograno di mettersi in gioco. Nel lontano 2009 ha bloccato l’inceneritore a Modugno. Ha quindi istruito le persone truffate con un tour accompagnando Di Maio, capo politico del M5S. Quindi un attivismo di alto profilo». Il consigliere comunale uscente Sabino Mangano parteciperà invece alla selezione interna come candidato alle Europee.

Tutto in alto mare a Foggia. La fotografia dello stato dell’arte è del consigliere regionale Rosa Barone: «Non c’è ancora un candidato sindaco certificato. Il dibattito interno? Stiamo facendo incontri, lavoriamo per una lista forte e compatta. Siamo per la completa discontinuità con il sindaco Franco Landella. L’offerta di collaborazione giunta da Giuseppe Mainiero di Fdi? Dopo averlo eletto, è stato l’unico oppositore di Landella, ma non faremo alleanze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725