Lunedì 10 Dicembre 2018 | 00:37

NEWS DALLA SEZIONE

A Japigia
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Da Gioia del Colle a Oberursel
Mozzarelle gioiesi a Francoforte: al via l’esportazione

Mozzarelle gioiesi a Francoforte: al via l’esportazione

 
Durante una manifestazione
Bari, malore per il consigliere Melchiorre: ricoverato d'urgenza al Policlinico

Bari, malore per il consigliere Melchiorre: ricoverato d'urgenza

 
Cantieri aperti
Bari, nodo ferroviario avanti tutta: tangenziale, ecco la bretella

Bari, nodo ferroviario avanti tutta: tangenziale, ecco la bretella

 
Le «pattumelle»
Rifiuti a Bari «porta a porta» si estende al San Paolo

Rifiuti a Bari «porta a porta» si estende al San Paolo

 
I ritardi di diagnosi
Bari, bimbo morto di polmonite. I genitori: così abbiamo visto morire nostro figlio

Bari, bimbo 6 anni morto di polmonite. Familiari: così lo abbiamo visto morire

 
La curiosità
Da Tortora alla Clerici: un barese torna a Portobello dopo 31anni

Da Tortora alla Clerici: un barese torna a Portobello dopo 31anni

 
Il provvedimento
Bari, sequestrati beni per 60 milioni a banda che assaltava bancomat in Francia

Bari, sequestrati beni per 60 milioni a banda che assaltava bancomat in Francia VIDEO

 
La manifestazione
Bari, si accende il Natale: illuminato il maxi albero

Bari, si accende il maxi albero di Natale: musica, fuochi ed emozione Video

 
La denuncia
Bari, bimbo 6 anni muore di polmonite all'ospedaletto: aperta inchiesta

Bari, bimbo di 6 anni muore dopo ricovero per polmonite: indaga la Procura

 

Il provvedimento

Bari, sequestrati beni per 60 milioni a banda che assaltava bancomat in Francia

Operazione di Polizia e Guardia di Finanza su decreto emesso dal tribunale su richiesta del questore

Bari, sequestrati beni per 60 milioni a banda che assaltava bancomat in Francia

La Polizia di Stato di Bari e la Guardia di Finanza hanno eseguito un provvedimento di sequestro anticipato di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un valore di circa 60 milioni di euro, emesso dal Tribunale di Bari su proposta del Questore di Bari. I beni sequestrati comprendono un appartamento a Palo del Colle (Ba), due ville a Bari Palese; 6 terreni agricoli a Bitonto e Bari-Palese; 2 bar a Bitonto; una quota di partecipazione in una società a responsabilità limitata nonché un intero compendio aziendale costituito da beni in comodato d’uso; 2 auto, numerosi buoni fruttiferi bancari e postali e conti correnti.

Il provvedimento riguarda una indagine culminata il 18 marzo dell'anno scorso con otto arresti eseguiti dalla squadra mobile di Bari in collaborazione con la gendarmeria di Lille (Francia) nei confronti di sette pregiudicati di Bitonto e Palo del Colle e di una donna, moglie di una di loro, accusate di aver messo a segno una serie di colpi ai bancomat nel nord della Francia. Gli arrestati rispondevano di associazione per delinquere finalizzata al compimento furti in territorio francese, nelle città di Laon, Saint-Pathus, Witry les Reims, Bondoufle e Clécy.

Partivano il lunedì dalla Puglia e raggiungevano la Francia dove rapinavano i bancomat eludendo le telecamere di videosorveglianza danneggiandole con le mazze, oppure coprendone l’obiettivo con vernice spray. Ogni venerdì rientravano a casa con un nuovo bottino: in cinque colpi avrebbero raggiunto la cifra di 200mila euro. E’ quanto hanno accertato polizia e guardia di finanza che hanno eseguito, a Bari e in provincia, un provvedimento di sequestro anticipato di beni, mobili e immobili, per un valore di 60 milioni, nei confronti di quella che gli inquirenti hanno definito una agguerrita banda di rapinatori. Si tratta di cinque persone con precedenti di polizia, presunti appartenenti a una associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati ai danni di Bancomat in diverse località italiane, estere, e in particolar modo in Francia.
I cinque uomini, traditi dalle impronte digitali su un piccone abbandonato dopo una rapina, erano sconosciuti al fisco. "Persone che non svolgono alcuna attività e che gestiscono un patrimonio di svariati milioni di euro», ha spiegato il comandante provinciale della Guardia di Finanza, generale Nicola Altiero, in conferenza stampa. Il Questore di Bari, Carmine Esposito, ha sottolineato l’importanza della collaborazione con la Guardia di Finanza e con le forze di polizia internazionali. Un’attività d’indagine attraverso cui, ha spiegato, «si è evidenziato lo spessore criminale del gruppo e la sua pericolosità sociale». Tra i beni mobili e immobili sequestrati ci sono anche un compendio aziendale di una società di carrozzerie per autoveicoli, due attività di ristorazione-bar, e numerosi conti correnti bancari e postali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400