Domenica 26 Maggio 2019 | 16:00

NEWS DALLA SEZIONE

Curiosità
Bari, «le donne ora non possono entrare»: code e proteste in un seggio

Bari, «Le donne per ora devono aspettare»: code e proteste in un seggio

 
Ricerca
Fisica, i ricercatori dell’Università di Bari tornano al Polo Nord

Fisica, i ricercatori dell’Università di Bari tornano al Polo Nord

 
L'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
Verso il voto
Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

 
Verso il voto
Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

 
A San Girolamo
Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

 
Dopo il comizio
Bari, il pm: «Striscioni contro Salvini? No offese, ma critica politica»

Bari, «Striscioni contro Salvini? Non sono offese»: così il pm boccia il sequestro

 
Nel quartiere Libertà
Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

 
Nel barese
Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa gara
Focaccia barese la più buona d'Italia: premiata al Fico di Bologna

Focaccia barese la più buona d'Italia: premiata al Fico di Bologna

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
LecceL'inchiesta
Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

 
TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

Nel Barese

Bitonto, protestano famiglie disabili: «Dimenticati da Regione»

Ingiusta l'esclusione dai buoni per l'accesso ai centri diurni

studenti disabili

Sono in tutto 23 le famiglie con disabili o anziani non autosufficienti escluse dai «buoni servizio», il finanziamento regionale che consente di coprire, almeno in parte, le rette per i centri diurni, i centri polivalenti e i servizi domiciliari.
Pur avendo superato l’istruttoria ed essendo state dichiarate idonee, queste famiglie, al momento, non accederanno ai contributi regionali, che avrebbero potuto garantire una copertura finanziaria fino a settembre del prossimo anno.
La situazione riguarda, in particolare, famiglie con disabili o anziani non autosufficienti che frequentano, o intendono frequentare, centri diurni residenziali o centri polivalenti, oppure che richiedono servizi assistenziali domiciliari. Per tutte queste situazioni, la Regione mette a disposizione un contributo, che varia in base al reddito delle famiglie richiedenti, e che permette di coprire dal 20 per cento al totale delle spese sostenute per l’assistenza e la cura dei più fragili. Senza questi contributi, le famiglie saranno costrette a pagare per intero la cifra richiesta o, peggio, a lasciare a casa anziani e disabili.
In alternativa, dovranno provare a fare domanda di finanziamento per la prossima finestra temporale, che si aprirà a febbraio, e che coprirà però solo 6 mesi di servizio, da aprile a settembre 2019.


Per evitare, dunque, ulteriori disagi per questi nuclei familiari già segnati dalla malattia, nei giorni scorsi l’assessore comunale al Welfare Gaetano De Palma ha ricevuto una delegazione delle famiglie stesse, accompagnate da Angelo Caldarola, coordinatore della rete Road, che unisce le organizzazioni area «disabilità». Di qui, la nota inviata alla Regione Puglia per «garantire, con la massima sollecitudine, la copertura finanziaria necessaria, senza soluzione di continuità; ripristinare la regolare fruizione dei servizi essenziali richiesti per l’inclusione delle persone con disabilità; strutturare da subito indicatori di processo per evitare, per le prossime annualità, il reiterarsi delle criticità esposte».


Sulla questione, che non riguarda solo Bitonto, si è esposto anche il consigliere regionale Domenico Damascelli: «Ho depositato un’interrogazione urgente diretta al governo regionale - fa sapere -. Tali buoni sono indispensabili per garantire l’accesso all’assistenza sociosanitaria erogata dai centri diurni. Numerosi utenti vengono esclusi dal beneficio proprio per carenza di risorse, in particolare quelle messe a disposizione per la terza finestra temporale 2018, che ha lasciato fuori un gran numero di aventi diritto. Chiedo un impegno immediato e concreto della giunta regionale per risolvere questa situazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400