Lunedì 17 Dicembre 2018 | 12:37

NEWS DALLA SEZIONE

Ex bar-pizzeria
Pineta S.Francesco, locali abbandonati affidati agli scout

Pineta S.Francesco, locali abbandonati affidati agli scout

 
Il provvedimento a Bari
Terrorismo, gip convalida fermo 20enne somalo a Bari

Terrorismo, convalidato fermo 20enne somalo: è in gruppo armato Daesh

 
A Polignano e Milano
Ambiente: Pescaria dice addio alla plastica

Ambiente: Pescaria dice addio alla plastica

 
5 sparatorie nell'estate 2015
Guerra tra criminali a Bitonto, 7 condanne con aggravante mafiosa

Guerra tra criminali a Bitonto, 7 condanne con aggravante mafiosa

 
L'evento
Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

 
Fermato dalla Digos
Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

 
Il caso
Polemica sul documentario antiaborto al liceo: la scuola avvia le verifiche

Monopoli, scoppia la polemica sul documentario antiaborto: verifiche nel liceo

 
La decisione del Riesame
Clan e scommesse online, Tommy Parisi scagionato dall'aggravante mafiosa

Clan e scommesse online, Tommy Parisi resta in cella ma non per mafia

 
Lotta allo spaccio
Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

 
La rivolta
Bari, migranti danno fuoco ai moduli per il rimpatrio al centro di permanenza

Bari, migranti incendiano locali Centro di permanenza: 5 feriti

 
Il villaggio
San Nicola in Fiera a Bari: tra folla e polemiche

San Nicola in Fiera a Bari: tra folla e polemiche

 

L'ordinanza

Bari, rifiuti nei cassonetti anche di domenica

Dopo 4 anni sarà possibile conferire l'immondizia negli appositi bidoni anche nei giorni festivi

Bari, rifiuti nei cassonetti anche di domenica

L’immondizia di ogni tipo si potrà buttare nei cassonetti del misto anche di domenica. L’amministrazione comunale, dopo quattro anni, è pronta a cancellare l’ordinanza firmata da Antonio Decaro all’inizio del mandato che vieta di conferire i rifiuti indifferenziati nei giorni festivi: c’è una discarica disponibile a stoccare la spazzatura pure di domenica. Non si tratta però di un ritorno al passato, bensì di un provvedimento transitorio, che entrerà in vigore a fine mese, in attesa di riorganizzare nel complesso il servizio.
Ogni lunedì mattina le strade assomigliano a una discarica: un’ampia percentuale di cittadini, che ha trascorso la domenica a casa imbandendo la tavola con partenti e amici, al termine del pranzo si disfa degli avanzi, senza differenziare gli scarti in base alla tipologia. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: nella prima giornata di lavoro che inaugura la nuova settimana i bidoni sono stracolmi di immondizia maleodorante. Il disagio quindi dura due giorni: soltanto dopo le 22.30 del lunedì i compattatori svuotano i cassonetti.
Per venire dunque incontro alle esigenze dei baresi, e in attesa che vengano consegnati i nuovi 700 contenitori per sostituire quelli ormai ridotti in pezzi, il Comune si attrezza per limitare il problema. La contropartita è però pesante: agli stessi cittadini viene chiesta maggiore collaborazione in merito al rispetto delle ordinanze che stanno per essere emanate.
Riflettori accesi su ristoratori e commercianti: a breve sarà rinnovata l’ordinanza che obbliga i gestori dei locali, i mercatali, i titolari di attività di vendita a fare correttamente la raccolta differenziata: dopo la seconda sanzione, scatta la sospensione della licenza. I controlli saranno intensificati nelle zone della movida: la domenica mattina i cartoni sono già ammassati vicino ai bidoni della carta, un brutto biglietto da visita per i turisti e per i baresi a passeggio.
Nel miro degli agenti della polizia locale finiranno inoltre quei cittadini che non si fanno scrupolo di abbandonare sedie, materassi, armadi e persino sanitari sui marciapiedi: tutti i quartieri saranno passati al setaccio. Di pari passo saranno incrementati i turni di raccolta della plastica, che avverranno a giorni alterni proprio per premiare quei cittadini che fanno una corretta differenziata.
Non ci saranno sconti neppure nei confronti dei pendolari dei rifiuti: presto sarà emanata una ordinanza che autorizza i vigili urbani a multare chi abita nei comuni limitrofi ma che getta la spazzatura nei bidoni di Bari, seppur negli orari consentiti. La migrazione dei rifiuti dai paesi dell’hinterland verso il capoluogo pugliese comporta un aumento dei costi di smaltimento che si ripercuotono sulle tasche dei baresi.
La raccolta differenziata comunque sarà allargata progressivamente al resto della città dove al momento ci sono i cassonetti stradali: l’obiettivo è incrementare le percentuali e abbassare i costi della discarica. È infine ripreso il lavaggio delle strade con gli idranti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400