Martedì 23 Aprile 2019 | 23:51

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
le proposte dell’anas
Tangenziale da «liberare» tre opzioni da Bari a Mola

Tangenziale da «liberare» tre opzioni da Bari a Mola

 
Nuovi collegamenti
Bari più vicina ad Atene: da giugno voli diretti per la capitale greca

Bari più vicina ad Atene: da giugno voli diretti per la capitale greca

 
Lotta alla droga
Monopoli, nascondeva nel giardino di casa cocaina e olio di hashish: in manette 33enne

Monopoli, nascondeva nel giardino di casa droga e olio di hashish: in manette 33enne

 
Tutta colpa dello Scirocco
Conversano, vento forte: volano le tegole dalla Cattedrale

Conversano, vento forte: volano le tegole dalla Cattedrale

 
La raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
Degrado in città
Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

 
Gli eventi in città
Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

 
Il video
Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

 
La tragedia
Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Appuntamento con la musica

A Bari la «maratona» dei giganti del piano

Da Michael Nyman a Pacheco: via il 25 agosto, fino al 2 settembre

A Bari la «maratona» dei giganti del piano

Il solista barese Emanuele Arciuli

BARI - Dall’alba del 25 agosto fino al tramonto del 2 settembre il pianoforte sarà protagonista della prima edizione del «Bari Piano Festival» che sarà inaugurato a Torre Quetta da Michael Nyman, tra i più amati e innovativi compositori inglesi. I concerti, ad ingresso gratuito, vedranno la partecipazione di grandi musicisti ma anche di giovani talenti. Il programma è stato illustrato in una conferenza stampa a Palazzo di Città, dall’assessore alle Culture Silvio Maselli, dal direttore del Teatro Pubblico Pugliese Sante Levante e dal maestro Emanuele Arciuli, direttore artistico della rassegna. Maestro Arciuli il festival è un omaggio al pianoforte che dà enfasi alla contemporaneità ma non dimentica la musica del passato.

«Infatti la manifestazione che si occupa di musica colta, includendo anche il jazz, vuole rimarcare la continuità tra la musica del passato e quella contemporanea che fanno parte della stessa evoluzione del linguaggio musicale. Il pianoforte è non solo lo strumento più amato, ma anche il più adatto a segnare la vastità e molteplicità della scena artistica odierna. Come un vero palcoscenico diffuso il Bari Piano Festival si svolgerà nei luoghi più simbolici della città quali Centro Futura (Parco 2 Giugno), Basilica di San Nicola, Fortino Sant’Antonio, Chiostro Santa Chiara, Lido Adria, Lido Il Trampolino, ma anche Casa Circondariale, ospedale oncologico e novità assoluta in alcune dimore cittadine per i cosiddetti house concerts».
Qual è l’obiettivo della scelta di questi luoghi insoliti?

«Spostare la musica dai luoghi deputati all’inizio mi ha trovato riluttante ma poi ho capito che è importante anche decontestualizzare per incuriosire il pubblico che spesso considera ingessati proprio quei luoghi più rappresentativi».
Dopo la prestigiosa apertura con Nyman e l’anticipazione lo scorso 7 aprile al Fortino Sant’Antonio con il concerto di Roberto Cominati, il festival proseguirà con una maratona di musica classica che vedrà impegnati dieci giovani pianisti, con Anthony de Mare, tra i maggiori interpreti della musica contemporanea e che ha ispirato oltre 60 compositori, con incontri tra musica e letteratura e con Viviana Lasaracina. Non mancheranno percorsi artistici con le etichette indipendenti pugliesi, una maratona di piano jazz con otto protagonisti della scena musicale attuale presentati da Ugo Sbisà, e ancora grandi interpreti del piano quali Leonardo Pierdomenico e Marialy Pacheco.

«Il festival, ideato dal Comune di Bari - ha affermato l’assessore Silvio Maselli - è interamente sostenuto dal Teatro Pubblico Pugliese e dalla Fondazione Petruzzelli, rispettivamente con 20.000 e 30.000 euro. Inoltre la scelta della settimana del Bari Piano festival, a fine agosto, è coerente con l’esigenza di destagionalizzare i flussi turistici nelle località balneari, espressa dal piano strategico del turismo regionale e nazionale».
«La prima edizione di Bari Piano Festival è una sfida da cogliere - ha concluso Sante Levante - per capire anche se la città può ospitare un festival negli anni a venire».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400