Giovedì 20 Settembre 2018 | 10:49

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

degrado

Ladri di pappagalli al «M. Cristina» di Bitonto abbandonato da tutti

Tagliano gli alberi e rubano i piccoli dopo la schiusa delle uova. La situazione finanziaria dell’ente è, come è noto, drammatica

maria Cristina di Bitonto

BITONTO - Inesorabile declino per il «Maria Cristina di Savoia». Mentre è ancora in corso la partita per salvare il futuro occupazionale dei 17 dipendenti, l’enorme patrimonio immobiliare è sotto attacco dei soliti noti.

Nelle scorse settimane, ladri attrezzati con una motosega hanno abbattuto alcuni degli alberi della pineta, allo scopo di recuperare dai nidi piccoli di pappagallo. Come in altre zone della città, infatti, ci sono anche al «Maria Cristina» colonie di parrocchetti dal collare, la specie più diffusa di pappagallini domestici. Per impossessarsene, e poi rivenderli, i malfattori hanno recuperato i piccoli dai nidi, appena dopo la schiusa delle uova, che normalmente avviene fra fine aprile e l’inizio di giugno. Questa, a quanto pare, la ragione per la quale già due alberi sono stati abbattuti.

Uno dei due, nella caduta non controllata, ha a sua volta abbattuto un palo dell’illuminazione. La pineta del «Maria Cristina di Savoia», che si estende alle spalle dell’edificio, in una zona non visibile dalla strada, è uno dei pochi giardini urbani con alberi secolari. Anche se in stato di abbandono, come buona parte della struttura, rimane pur sempre una delle poche aree a verde della città, da proteggere e tutelare.

Gesto inqualificabile, dunque, e che desta preoccupazione, vista la facilità con cui ignoti possono addirittura abbattere un albero indisturbati, senza che nessuno intervenga. Con lo stop a tutte le attività gestite in proprio dal personale del «Maria Cristina», l’immobile è di fatto diventato terra di nessuno. Già lo scorso agosto, alcune famiglie sotto sfratto hanno occupato parte della struttura e sono inquilini non paganti da quasi un anno. La situazione, fra l’altro, si sarebbe aggravata nel tempo, con altre occupazioni abusive. La gestione ordinaria e straordinaria del «Maria Cristina» è adesso nelle mani del commissario straordinario Marco Preverin, inviato dalla Regione dopo la minaccia del personale di ricorrere allo sciopero della fame.

La situazione finanziaria dell’ente è, come è noto, drammatica: le difficoltà gestionali, dovute in buona parte al passaggio da Ipab, Istituto pubblico di assistenza e beneficenza, ad Asp, Azienda di servizi alla persona, hanno generato 2 milioni e passa di debiti, in buona parte stipendi arretrati dei dipendenti e crediti che i fornitori hanno cominciato a pretendere a suon di pignoramenti. Fin dal suo insediamento, il commissario ha ribadito che la priorità rimane la sistemazione dei dipendenti, fiaccati da due anni di stipendi arretrati. Altrettanto grave, però, è la gestione dell’immobile, un gioiello di architettura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, una superauto creata dagli studenti: ecco la monoposto da corsa

Bari, una superauto creata dagli studenti: ecco la monoposto da corsa

 
M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

 
Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

 
Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

 
Giancaspro fa ricorso al Tar«Bloccate l'esordio del Bari»

Giancaspro fa ricorso al Tar: «Bloccate l'esordio del Bari». Decaro: «Da tifoso mi sento offeso»

 
Oltre cento bustine di marijuana e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

Oltre cento bustine di droga e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

 
Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia domani davanti al Consiglio Regionale

Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia davanti al Consiglio Regionale

 
Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS