Martedì 23 Ottobre 2018 | 11:09

NEWS DALLA SEZIONE

Delinquenza minorile
Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: denunciati 3 minorenni

Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: d...

 
Lo studio del Sole 24 ore
Crimini in calo fra Bari e provincia

Crimini in calo fra Bari e provincia

 
Denunciato un ristoratore
Polignano, nel menu tonno frescoA tavola prodotto scaduto e scongelato

Polignano, nel menu tonno fresco, a tavola prodotto sca...

 
L'ultimo saluto
Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci mancherà il tuo sorriso»

Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci man...

 
emergenza roghi
Terra dei fuochi, in prima linea i comitati e le associazioni

Terra dei fuochi anche a Bari: in prima linea i comitat...

 
Ad Altamura (Ba)
Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

 
Ad acquaviva delle fonti (Ba)
Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari un 34enne

Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari...

 
L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si fa, polemica

 
Lavoro
Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: scadono 280 contratti

Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: sca...

 
Protesta a Bari
Disabili, addio palestra: la squadra di basket in carrozzina in strada:«Comune Bari accontenta gli amici»

Disabili, squadra  di basket in carrozzina per strada. ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

traffico chiuso per 10 giorni

Bari capitale dell’agricoltura
lungomare chiuso al traffico

Tre ettari di gazebo, stand e tavolini, 150 aziende, 400 operatori e 7mila persone attese soltanto per il giorno dell’inaugurazione. Dal 27 al 29 aprile Bari sarà la capitale dell’agricoltura di qualità

Bari capitale dell’agricoltura  lungomare chiuso al traffico

A fine mese Bari capitale dell'agricoltura

di Antonella Fanizzi

BARI - Tre ettari di gazebo, stand e tavolini, 150 aziende, 400 operatori e 7mila persone attese soltanto per il giorno dell’inaugurazione. Dal 27 al 29 aprile Bari sarà la capitale dell’agricoltura di qualità: sul lungomare Imperatore Augusto sarà allestito il villaggio contadino della Coldiretti, il più grande mercato a chilometro zero di Campagna Amica che quest’anno ha scelto il capoluogo pugliese per celebrare la manifestazione nazionale dedicata alle eccellenze che finiscono sulle tavole degli italiani e su quelle di tutto il mondo.

stop al traffico sul lungomare Per consentire il montaggio delle strutture, incluso un grande palco che ospiterà un evento e un concerto, il lungomare della città vecchia, dal teatro Margherita fino all’arco della Basilica, per dieci giorni, dal 20 aprile al 3 maggio, sarà chiuso al traffico con divieto di sosta. Il tratto compreso fra la Basilica di San Nicola verso il porto, per 150 metri, non sarà invece vietato alle auto, ma si potrà circolare sulle corsie di marcia del lato terra che per l’occasione diventeranno a doppio senso: un provvedimento preso per venire incontro alle esigenze dei residenti del borgo antico, che avranno a disposizione un parcheggio all'interno del porto.

bari capitale dell’agricoltura Il villaggio contadino della Coldiretti sarà inaugurato alle 9,30 di venerdì 27 aprile sul lungomare Imperatore Augusto e in piazza del Ferrarese, dove rimarrà per tutto il fine settimana con un’area dedicata all’agricoltura sociale, con esempi di solidarietà e agri-welfare per stare al fianco dei più svantaggiati.

Spazio al più grande mercato a chilometri zero di Campagna Amica: piatti gourmet con tutti i menù a 5 euro. Un ritorno alle radici del made in Italy, dunque, con i sapori antichi della tradizione, dalla pasta di grano Senatore Cappelli al riso Vialone nano, senza dimenticare l’innovazione con la tagliata al cento per cento italiana servita nelle bracerie e con la pizza, i panzerotti e la focaccia autenticamente tricolori, dalla farina all’olio, dal pomodoro alla mozzarella. Non mancherà il cibo di strada green, dal pesce al galletto fino al gelato di latte d’asina e ai dolci, dalla popizza alla pitta ‘mpigliata.

La campagna italiana va così alla conquista della città: in programma la presentazione di indagini e ricerche, esposizioni, dibattiti con i professionisti del panorama nazionale e internazionali. #STOCOICONTADINI è anche una occasione per scoprire la Fattoria italiana, dalla mucca frisona alla podolica, dagli asini di Martina Franca, dal cavallo murgese alla pecora «gentile» patrimonio della biodiversità a rischio di estinzione, dalla pregiata capra garganica al suino apulo-calabrese, fino ai conigli nani e colorati e ancora oche, galline, tacchini, pavoni.

L’agriasilo accoglierà le famiglie e gli scolari con laboratori, percorsi sensoriali, prove del gusto attraverso l’incontro con il mondo animale e vegetale. Poi spazio all’economia domestica e all’agricosmetica con i frutti della terra, come pure ai trattori storici e a quelli dell’ultima generazione, agli antichi mestieri dei nonni e al villaggio delle idee animato dai giovani che discuteranno di cibo e immigrazione.

la campagna in vetrina «La più grande fattoria d’Italia si trasferirà a Bari per tre giorni - commenta il sindaco Antonio Decaro -. La nostra città diventerà il palcoscenico della gastronomia di qualità. Sarà un evento molto importante, paragonabile al G7 per dimensioni di visibilità e per il numero di operatori che arriveranno a Bari. Anche in questo caso sarà necessario fare qualche sacrificio e sopportare qualche disagio, come lo stop al traffico. Manifestazioni di questo calibro hanno però una ricaduta molto importante sul nostro territorio, sia in termini di visibilità sia in termini economici: per dieci giorni più di 400 persone vivranno la nostra città da mattina a sera, oltre alle migliaia di ospiti attesi durante la tre giorni».

Aggiunge Angelo Corsetti, presidente regionale di Coldiretti: «Lo slogan scelto è #stoconicontadini, che vuole veicolare la capacità di un progetto per l'Italia. Il made in Italy vale oltre 60 miliardi di imitazioni, e iniziative come questa vogliono mostrare al Paese il valore del lavoro organico che si sta facendo sul cibo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400