Martedì 26 Marzo 2019 | 01:31

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

Sullo sfondo la variabile indipendente del Molise

di Franco Giuliano
Sullo sfondo la variabile indipendente del Molise
di FRANCO GIULIANO
Un proverbio dice: «Chi la dura la vince». E il Molise, questa volta, ha (quasi) vinto. Il braccio di ferro avviato dalla Regione che ha bloccato per mesi l'iter per il raddoppio dell'ultimo tratto di 32 km ancora a binario unico che collega il sud dell'Italia al resto del Paese, alla fine ha pagato.

Il Molise ha ottenuto (per adesso dal Ministero delle Infrastrutture che ha inserito la prescrizione della Regione nel progetto all'esame del Pre Cipe) che venga valutata dal Cipe la possibilità di allontanare una parte del tracciato ferroviario dalla costa, liberandola dai binari per destinarla ad un possibile sviluppo turistico.

Una proposta che potrebbe rallentare l'avvio dei restanti due lotti (il 2 e il 3) in territorio molisano, qualora il governo non dovesse essere in grado di reperire i fondi necessari a realizzare le opere richieste dal Molise, senza contare le maggiori difficoltà e gli eventuali imprevisti che i lavori potrebbero incontrare nella realizzazione delle gallerie.

Il risultato raggiunto ieri con la valutazione da parte del Pre Cipe (un atto propedeutico all'approvazione vera e propria da parte del Cipe) - come ha detto l'assessore pugliese Giannini, che, insieme a Vendola, ha spesso alzato la voce nei confronti del collega molisano - "rappresenta comunque un passo importante, addirittura fondamentale, per l'avvio del cantiere del primo lotto (da Lesina a Ripalta, in territorio pugliese), già finanziato per 106 mln di euro con un contratto istituzionale di sviluppo".

Ora dobbiamo aspettare che il Presidente del Consiglio Renzi (che presiede il Cipe) approvi definitivamente il progetto preliminare dell'intera opera, che con le variazioni richieste del Molise costerà di più. Si tratta di reperire qualche altro centinaio di milioni di euro. I tecnici della Regione Molise assicurano che la loro proposta (il trasferimento dei binari dalla costa all'interno, con una galleria naturale di quasi due chilometri e una galleria artificiale di 900 metri) non costerà molto di più di quanto aveva previsto Rfi. C'è da credergli? Il Ministero dell'Economia ieri ha posto delle domande in merito.

Noi speriamo che il Cipe nella prossima seduta («al massimo dopo Capodanno») approvi il progetto, si apra il cantiere del primo lotto (quello in Puglia) e il governo reperisca i fondi. Non vorremmo che, una volta ultimato il primo lotto (per il quale sono necessari 1.038 giorni), il Molise chieda altre prescrizioni. Dal 1982 ad oggi la piccola regione Molise ha ogni volta ostacolato questo progetto.

Domani potrebbe chiedere chissà quali altre variazioni e bloccare - come ha fatto finora - ancora questa opera che serve a tutto il Sud. In fondo "chi la dura la vince". E a qualcuno conviene che qualche volta il Sud abbia l’impressione di "vincere", dopo 32 anni anni di attesa e (sempre) senza soldi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400