Martedì 26 Marzo 2019 | 11:32

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCambio di gestione
Rifiuti, a Mola di Bari il servizio raccolta passa di mano

Rifiuti, a Mola di Bari il servizio raccolta passa di mano

 
LecceIl convegno
«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

 
FoggiaIl riconoscimento
Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

 
TarantoNel Tarantino
Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

 
PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

La voglia di vincere più forte della paura

di Francesco Costantini

di FRANCESCO COSTANTINI
Adesso l’aria è più fresca, tersa, intorno al Bari di Gianluca Paparesta e Devis Mangia. Si comincia a sentire l’odore dell’erba, il profumo intenso della macchia mediterranea. La paura di non riuscire ad essere all’altezza delle promesse e delle premesse sta diventando un ricordo.
 

Il tecnico lombardo ha un’idea del gioco profonda e moderna e, a costo di essere noiosi sottolineiamo, molto «sacchiana»: la differenza tra il calcio italiano e quello che si gioca nel mondo, in questo momento, è la casualità, l’organizzazione per reparti e non collettiva, nell’interezza della squadra. Oltre ad avere un livello tecnico superiore, Juve e Roma sono un passo avanti a tutti anche nel meccanismo e non solo nelle individualità. Il suo Bari ambisce a questo, a quella compattezza dinamica (sembra un ossimoro, non lo è) che consente grandi giocate in velocità grazie al campo che si apre improvvisamente e rapidi ripiegamenti nelle linee strette che tagliano le vie di passaggio e di corsa.

Il Bari è ancora a metà strada: davanti comincia a mordere con quella intensità e quella rapidità che il tecnico cerca insistentemente, dietro fa ancora fatica a coprire con la stessa ferocia e la stessa velocità, così da lasciare troppo spesso un difensore in affanno, nell’uno contro uno.

Per capirci, Mangia parlò chiaro il giorno del suo insediamento. Citando l’Al Pacino di Ogni maledetta domenica, disse più o meno: o impariamo a giocare come collettivo o saremo annientati individualmente. È il football ragazzi, è tutto qui, chiudeva il vecchio Tony D’Amato, raccontando lo spirito di uno sport selvaggio e brutale quanto tatticamente evolutissimo. È li che mira l’allenatore lombardo, a salire di livello nella compattezza della squadra e nella sua capacità di «leggere» ed interpretare le situazioni.

Detto questo, resta sotto gli occhi di tutti il salto di qualità, di prospettive, nella gestione del club biancorosso. E l’incredibile amore che sembra legare la squadra alla città e al territorio. Attenzione: questo non significa che il cammino sarà tappezzato solo di fiori. Però quelli che sembrano dettagli nella storia del Bari stanno diventando puntelli sui quali costruire un futuro meno casuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400