Sabato 23 Marzo 2019 | 17:19

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 
L'analisi
Quando a inquinare provvedevano i cavalli

Quando a inquinare provvedevano i cavalli

 
La riflessione
Un Paese tra medioevo e corti barocche

Un Paese tra medioevo e corti barocche

 
L'analisi
Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Roma
Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

 
FoggiaMaltrattamenti in famiglia
Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

 
LecceNel Basso salento
Incidente tra Casarano e Ugento: giovane motociclista perde la vita

Incidente tra Casarano e Ugento:
giovane motociclista perde la vita

 
BariI fatti nel 2015
Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

 
GdM.TVTraffico in tilt
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 

Buon compleanno a Totti il grande, ottavo re di Roma

di Francesco Costantini
di FRANCESCO COSTANTINI

Non sono disposto a discutere di questa cosa, non farò sconti e mi assumerò le mie responsabilità, senza concedere alcuna possibilità di replica: Francesco Totti è stato il più grande giocatore italiano di sempre. Non sono disposto a discutere di questa cosa, non farò sconti e mi assumerò le mie responsabilità, senza concedere alcuna possibilità di replica: Francesco Totti è stato il più grande giocatore italiano di sempre. Quello che fu «Er Pupone de Porta Metronia» - mica periferia suburbana, la San Giovanni impiegatizia e bottegaia - festeggia oggi i suoi primi 38 anni e lo fa, grazie a un dono divino toccato solo a pochi selezionati eroi, su un campo di calcio, in eccellente forma, decisivo come sempre.

Evitando paragoni con campioni di un altro calcio, di altre ere geologiche, due sono quelli che hanno rivaleggiato con lui: Roberto Baggio e Alex Del Piero. Se il primo ha il merito di aver regalato all’Italia notti magiche, ma è stato tradito da un fisico non certo di primo livello, il secondo è via via scomparso dal cuore del gioco per regalarsi una straordinaria esistenza da attaccante puro. Francesco è stato il più completo, il cervello più rapido e più intuitivo (solo lui e Antonio Cassano talmente geniali da trovare uno spazio laddove spesso i compagni nemmeno immaginavano), il piglio del condottiero, forza più velocità, estro e ragione. In più, una vita intera da professionista impeccabile e da uomo di straordinaria sensibilità (come del resto i due rivali di sopra), un’amore assoluto per una squadra (che lo ha letteralmente ricoperto di denaro, come lui nessuno mai) e per una città anche in questo unica. Poi, il tocco supremo: ha mirato e colpito al cuore di una bambola come Ilary Blasi. E da lì in poi entrambi hanno tenuto il ruolo di principi regnanti senza alcun cedimento, da adulti, da divi consapevoli e maturi. Io, molto modestamente, mi inchino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400