Mercoledì 20 Marzo 2019 | 14:47

NEWS DALLA SEZIONE

la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 
L'analisi
Quando a inquinare provvedevano i cavalli

Quando a inquinare provvedevano i cavalli

 
La riflessione
Un Paese tra medioevo e corti barocche

Un Paese tra medioevo e corti barocche

 
L'analisi
Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

 
L'editoriale
Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

 
L'analisi
Comincia su un treno la morte del Sud

Comincia su un treno la morte del Sud

 
La riflessione
Le reprimende del garante per i malanni del fisco

Le reprimende del garante per i malanni del fisco

 
L'analisi
Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

 
La riflessione
L’Italia a due velocità: il passato che non passa

L’Italia a due velocità: il passato che non passa

 
L'analisi
Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl 25 marzo
Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
TarantoA Taranto
Ricostruzione mammella con il lipofilling: interventi riusciti

Ricostruzione mammella con il lipofilling: interventi riusciti

 
MateraNel Materano
Policoro, istituto falsificava diplomi di maturità: 21 persone indagate

Istituto falsificava diplomi di maturità nel Metapontino: 21 persone indagate

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
BatCasa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Razza ladrona senza confini

di Antonio Biasi
Razza ladrona senza confini
di ANTONIO BIASI

Da «Batman» Fiorito in poi, le cronache delle sprecopoli regionali, ma anche provinciali e comunali, senza dimenticare quelle parlamentari, si sono inseguite da un punto all’altro della Penisola, a conferma del concetto che quando si tratta di fare i «mariuoli » tutti sono uguali, a prescindere dalla latitudine di residenza. Ma la connotazione che di recente sta contraddistinguendo i nostri straordinari amministratori è lo sfondo sessuale. Non si scopre nulla di nuovo. Sia pure con modalità diverse, la vicenda delle escort che sarebbero state offerte a Silvio Berlusconi e che ha fatto chiacchierare mezzo mondo, ha avuto uno dei suoi epicentri proprio in Puglia.

Ma scendendo a livelli più terreni, quanto venuto alla luce in questi giorni nella ricchissima Provincia autonoma di Bolzano, ha riacceso i fari sul dissennato modo con il quale i politici, senza offesa per quelli veri, sono soliti spendere i soldi dei contribuenti, cioè i nostri. Come molti già forse sanno, è venuto fuori che fra gli scontrini presentati per il rimborso dai gruppi consiliari ce n’era uno, da 64,92 euro, di una famosa catena tedesca di sexy-shop. Tre gli oggetti acquistati: un vibratore e altri due gadget del genere. Il partito è quello dei Freiheitlichen.

Un caso oppure no, nelle stesse ore, nella vicina Trento, un agguerrito gruppo di manifestanti ha invaso il consiglio provinciale per manifestare contro le pensioni d’oro dei politici locali. Tornando sull’oscuro (si fa per dire) rapporto fra sesso è politica, ha fatto epoca, di recente, il contratto firmato dall’assessore regionale abruzzese alla Cultura, Luigi De Fanis, in favore di una sua piacente collaboratrice: tremila euro in cambio di quattro rapporti sessuali al mese. Situazione altrettanto sconcertante al Comune di Potenza dove un paio di assessori pare fossero soliti scambiare promesse di lavoro con sesso.

L’elenco potrebbe essere infinito. Di sicuro quando c’è da gozzovigliare a spese altrui i rappresentanti delle Regioni, ma non solo, non sono secondi a nessuno. E ovviamente non si limitano a consumare cibo e alcol, ma comprano di tutto, tanto a pagare sono i «fessi». Fanno regali alle amiche, fidanzate, amanti. Quando sono più corretti fanno felici i familiari in senso stretto: mogli e figli. È difficile dire se a spingere i nostri rappresentanti a questi comportamenti così disinvolti sia soprattutto l’arroganza o la stupidità. Di sicuro l’avidità batte entrambe. Tanto che, pur strapagati, non si imbarazzano a presentare per i rimborsi lo scontrino di un semplice caffè o delle gomme da masticare.

Dai cappotti rivoltati del presidente Enrico De Nicola ne abbiamo fatta proprio tanta di strada. È ovvio, i ladri, perché tali sono, in politica ci sono sempre stati, ma quelli degli ultimi tempi sono pure ladri accattoni, non lasciano nulla, fossero pure 50 centesimi. E così, anche un vibratore, non sappiamo se per uso personale o per offrirlo a un amico, come in un primo tempo era stato affermato a Bolzano, entra tranquillamente nella lista dei rimborsi pubblici. Del resto, non c’è nulla di cui vergognarsi. A patto, però, che lo si acquisti coi soldi propri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400