Martedì 19 Marzo 2019 | 16:24

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 
L'analisi
Quando a inquinare provvedevano i cavalli

Quando a inquinare provvedevano i cavalli

 
La riflessione
Un Paese tra medioevo e corti barocche

Un Paese tra medioevo e corti barocche

 
L'analisi
Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

 
L'editoriale
Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

 
L'analisi
Comincia su un treno la morte del Sud

Comincia su un treno la morte del Sud

 
La riflessione
Le reprimende del garante per i malanni del fisco

Le reprimende del garante per i malanni del fisco

 
L'analisi
Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

 
La riflessione
L’Italia a due velocità: il passato che non passa

L’Italia a due velocità: il passato che non passa

 
L'analisi
Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

 
L'analisi
Aldo Moro (1916-1978)

La democrazia operante ha bisogno dei giornali

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
"Tanti auguri Ciccio e non mollare"I primi 40 anni di super Brienza

"Tanti auguri Ciccio e non mollare"
I primi 40 anni di super Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa polemica
Ex Ilva, associazioni contro il vertice in Procura: «È un errore parlare con chi inquina»

Ex Ilva, associazioni contro vertice in Procura: «È errore parlare con chi inquina»

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
BariL'iniziativa
Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

«La mia carovana verrà a Bari noi musicanti in Fiera»

di Claudio Baglioni

di CLAUDIO BAGLIONI
 

Nessuna carovana che si rispetti può mancare di fermarsi davanti ad una delle porte che, da sempre, legano il Mediterraneo all’Oriente. La carovana del «ConVoiTour» – un giro di concerti nel quale, dopo molto tempo, presenterò per la prima volta in versione live anche i frutti di un nuovo, entusiasmante, progetto artistico – non farà eccezione: per questo, giovedì 17 ottobre, faremo tappa alla Fiera del Levante di Bari. Saremo musicanti in Fiera, di una vera e propria «compagnia viaggiante».

«ConVoi», infatti, si trasformerà per l’occasione in convoy (convoglio) e tutto ciò che darà vita allo spettacolo – palco, luci, strumenti, amplificazione, tecnici, musicisti - viaggia su gomma. L’idea è quella di un convoglio di pionieri che attraversa l’Italia, fermandosi solo lo stretto necessario per condividere le parole, le note e sonorità che porta con sé: la mattina si viaggia, il pomeriggio si allestisce, la sera si suona, la notte si smonta, la mattina dopo si riparte... Difficile immaginare, allora, un punto d’incontro più adatto, per collocazione, tradizione e vocazione, di una Fiera internazionale che, da più di settant’ anni, ha costruito uno straordinario ponte sul Mediterraneo, grazie al quale il meglio di Oriente ed Occidente si incontrano e si danno la mano.

Uno spirito molto vicino a quello di una carovana come la nostra, che chiama a raccolta chiunque avverta l’urgenza di muovere alla volta di una «nuova frontiera». L'ambizione del «ConVoiTour», infatti, è quella di darci e dare una scossa: scrollarsi di dosso questa apatia dolente e paralizzante, ri-animati dalla passione per la musica. Fare il pieno di energie, per vedere se ci riesce di saltare di slancio le sabbie mobili di questo presente, portando con noi chiunque senta il sogno e il bisogno di partire alla scoperta di nuove frontiere ideali, culturali e – perché no? – anche morali. Per questo, più che un tour, «ConVoiTour» è un vero tourbillon: nove concerti in dieci giorni (partenza da Torino giovedì 10; arriva ad Enna sabato 19 ottobre), ai quali si aggiungerà un gran finale nel parco dell’ex-aeroporto di Centocelle a Roma, mercoledì 23 ottobre.

Dieci città, quindi, per altrettanti raduni-concerto in spazi tutti diversi: una meravigliosa piazza storica come Piazza Castello (Torino), un gioiello dell’architettura come Villa Contarini (Piazzola sul Brenta, Padova), il Parco Nord di Bologna, Piazzale Michelangelo, (Firenze), l’antistadio di Pescara, la Mostra d'Oltremare di Napoli, la Fiera del Levante, appunto, l’area Magna Grecia (Catanzaro), un autodromo (Pergusa, Enna) ed il parco sorto là dov’era nato il primo aeroporto italiano (Roma).

Spazi diversi che hanno in comune una qualità fondamentale: sono gli spazi nei quali, da sempre, la gente si ritrova per stare insieme; quelli in cui le città si danno un’anima e diventano comunità. Il senso di questo ConVoiTour(billon), in fondo, è proprio questo: portare il più grande social-network virtuale (la musica) nel cuore di alcuni tra i più affascinanti social-network reali (i luoghi di aggregazione) che il nostro Paese è in grado di offrire, per cercare di dar vita alla magia più grande: l’incontro tra parole e musica, nei luoghi dove si incontrano le persone. Un tourbillon di note, parole ed emozioni, che ci aiuti a ricordare che la qualità del tempo è data da chi lo vive e che la carovana della vita ha tutt’altro passo e tutt’altro sapore se verso la nuova frontiera ci si muove con voi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400