Martedì 26 Marzo 2019 | 17:32

NEWS DALLA SEZIONE

L'editoriale
Fino a quando il capitano resisterà all'ipotesi voto

Fino a quando il capitano resisterà all'ipotesi voto

 
La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Ugento, no del Tar a una nuova discarica

Ugento, no del Tar a una nuova discarica

 
BrindisiL'episodio
Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

 
TarantoUn 36enne
Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

 
PotenzaLa polemica
Elezioni, blog 5 Stelle: «Pd elegge Pittella e 2 indagati»

Elezioni, blog 5 Stelle: «Pd elegge Pittella e 2 indagati»

 
GdM.TVNel foggiano
«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 

2012, nello spazio senza lo Shuttle

di Antonio Lo Campo
di ANTONIO LO CAMPO

Il 2012 è il primo anno dell’era post-shuttle: non certo un’assenza da poco, per un progetto che per molti esperti ed astronauti è stato mandato a casa troppo in anticipo. Ma tutto ciò non ferma comunque le attività spaziali mondiali, ed anche per quest’anno sono in programma molti appuntamenti. Eventi di grande rilievo un po’ ovun - que, sul pianeta Terra, per ciò che concerne le missioni in partenza, e soprattutto con Marte come grande protagonista delle spedizioni in arrivo. Per ciò che riguarda le missioni di sonde automatiche, il 2012 è un anno di traguardi marziani molto attesi: il rover «Curiosity» della missione Mars Science Laboratory (MSL), nascosto e protetto con cura nella sua capsula-contenitore, dovrà raggiungere Marte il prossimo mese di agosto, e dopo un tuffo nell’atmosfera del pianeta rosso dovrà posarsi, dopo una manovra tanto ardìta quanto rivoluzionaria, sulla superficie rossastra nell’area del cratere Gale. Inizierà così, da questa zona, la sua esplorazione ed escursione a caccia di forme biologiche di vita. Sulla riga di partenza troviamo invece missioni scientifiche a basso costo, ma ad alto profilo scientifico, e nuovi satelliti applicativi sempre più perfezionati.

Quanto alle missioni con equipaggio, il 2012 sarà caratterizzato da una serie di spedizioni delle navicelle «Sojuz» verso la ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. Ma, soprattutto, c’è grande attesa (e curiosità) per l’invio della prima navicella «Dragon» della SpaceX, in direzione della stessa ISS. Tutto questo mentre in Cina si prepara l’invio del primo equipaggio su un modulo-laboratorio, il «Tiangong-1» lanciato lo scorso ottobre, e la NASA guarda al futuro e getta le basi per lo sviluppo del nuovo super-vettore SLS, una sorta di nuovo «Saturno 5» come quello delle missioni Apollo. Senza navette spaziali, un po’ come capitò per quasi tre anni dopo l’incidente del «Columbia» del 2003, saranno di nuovo determinanti molti dei lanci dalla celebre base di Bajkonur, nel Kazakhistan. Dalla leggendaria base di partenza delle spedizioni russe nel cosmo, la prima navicella a partire (a fine gennaio) sarà la «Progress 46», ormai storico veicolo cargo automatico senza equipaggio a bordo, ma con migliaia di chilogrammi di attrezzature, cibo, e acqua per la ISS. A rifornire di svariate tonnellate di nuovi apparati scientifici, viveri e acqua, vi saranno anche due cargo automatici, uno europeo ed uno giapponese, oltre ai nuovi moduli «Cygnus» di costruzione italiana. Il primo a partire, sarà quello nipponico, l’«HTV», che il 18 febbraio dovrà partire dalla base nipponica di Tenegashima in cima ad un potente vettore «H-2B», che lo spedirà in direzione della Stazione Spaziale Internazionale. In seguito, il 9 marzo, dal poligono europeo di Kourou, nella Guyana Francese, un razzo «Ariane 5 ES» dovrà collocare in orbita il terzo «ATV» (Automated Transfer Vehicle), la navicella automatica dell’ESA che in questa occasione è stata battezzata con il nome del grande fisico italiano Edoardo Amaldi. Il traffico verso la Stazione Spaziale, comprenderà inoltre un appuntamento molto atteso: l’invio verso la base orbitante, con lancio in programma per quest’anno dalla rampa 40 di Cape Canaveral, della navicella «Dragon» della Space X. Moderno ibrido tra un’«Apollo» e una «Sojuz», con un concentrato di alta tecnologia, la navicella della società privata USA tenterà un rendez-vous con la Stazione Spaziale, dopo un primo lancio «dimostrativo» della navicella (in programma per il 7 febbraio, ma quasi certamente rinviato) e poi con un secondo lancio in aprile verso la ISS per tentarne il «docking». 

Per ciò che concerne gli equipaggi, non vi saranno astronauti italiani in orbita, nel corso di quest’anno, ma si intensificherà la preparazione di Luca Parmitano, destinato ad una missione di lunga durata sulla stazione spaziale per maggio 2013. La prima missione «Sojuz», con a bordo i suoi tre astronauti delle «spedizioni ISS» numero 31 e 32, dovrà «salpare» da Bajkonur il prossimo 30 marzo, a bordo della navicella «Sojuz TMA-04M». L’Italia sarà protagonista anche quest’anno di missioni di rilievo. In particolare, i grandi eventi saranno due: i primi lanci verso la ISS dei nuovi moduli «Cygnus», e il primo lancio del razzo vettore «Vega». Con lo shuttle ormai in pensione, sarà un vettore «Taurus 2», della Orbital Sciences, a inviare nello spazio i nuovi moduli realizzati a Torino da Thales Alenia Space, assieme alla stessa società privata americana Orbital Sciences. Dopo il primo lancio, di tipo «dimostrativo», di un «Cygnus» (in programma per fine aprile), dovrebbe essere spedito verso la ISS il primo «Cygnus» operativo carico di rifornimenti per gli astronauti della stazione. Altro appuntamento molto «italiano», sarà quello in programma il 9 febbraio alla base di Kourou, nella Guyana Francese, dove dovrà partire il primo «Vega», nuovo razzo vettore per il lancio di carichi di medio-bassa capacità, e che va quindi a completare perfettamente la gamma dei vettori dell’ESA, già dotata di un vettore potente come «Ariane 5», e di un altro un po’ inferiore, il «Sojuz». Il programma di «Vega», però, èmolto italiano: supportato dall’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) era nato meno di vent’anni fa sui tavoli dei progettisti di «Avio» a Colleferro, dove già da tempo venivano costruiti i booster degli «Ariane». Poi, dopo qualche vicissitudine è diventato realtà, e ora, gestito dalla società ELV (creata tra Avio e ASI) potrà finalmente spiccare il suo primo balzo spaziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400